Visualizzazioni totali

Translate

Cerca nel blog

pastor torturado y las vocaciones en Orissa

Since SALMAN Saudi Wahhabi is one of the 7 Enlightened: who controls NWO FED FMI BCE OCI all Arab League shariah, with Morgan Rochefeller Rothschild, etc. if, CHINA, RUSSIA and INDIA do not formally and militarily support ISRAEL in the deportation of all PALESTINES to Syria? Then their lives will soon, will not go, no even, as a cow's excrement!

poiché SALMAN è uno dei 7 Enlightened: che controllano il NWO SpA FED FMI BCE, con Morgan Rochefeller Rothschild, ecc.. se CINA, RUSSIA e INDIA, non supportano formalmente e militarmente ISRAELE nella deportazione di tutti i PALESTINESI in Siria? poi le loro vite presto non varranno, neanche quanto un escremento di vacca!


SHARIAH cannibals SYRIA Allah Mecca 666 Kaaba3
 burn Satana in Jesus's name! DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF!

Roma.  L’osservatore permanente della Santa Sede presso le Nazioni Unite di Ginevra, mons.  Silvano Tomasi, ha messo sul tavolo l’opzione della guerra giusta per estirpare dal vicino oriente e dalle metastasi nordafricane il Califfato retto da Abu Bakr al Baghdadi.  “Dobbiamo fermare questo tipo di genocidio, altrimenti un domani ci chiederemo a gran voce perché non ci siamo mossi, perché abbiamo permesso che accadesse una simile terribile tragedia”.  Il dialogo, ça va sans dire, rimane l’opzione privilegiata.  Ma quando l’interlocutore risponde con crocifissioni, decapitazioni, mutilazioni e roghi umani, bisogna valutare le altre soluzioni.  “Quel che serve è una coalizione coordinata e ben organizzata che faccia il possibile per raggiungere un accordo politico senza violenza.  Ma se questo non è possibile, l’uso della forza sarà necessario”, ha detto il prelato al portale americano Crux, che non a caso parla di “un insolitamente schietto avallo a un’azione militare”.  Il tutto, ha aggiunto Tomasi, dovrà avvenire “sotto l’egida delle Nazioni Unite” e dovrà “includere gli stati musulmani del medio oriente”, perché è bene evitare “un approccio occidentale”.  Le parole del presule fanno seguito alla dichiarazione congiunta presentata al Consiglio dei diritti umani di Ginevra da Santa Sede, Russia, Libano e sottoscritta da quasi settanta paesi, in cui si afferma la necessità di “sostenere la radicata presenza storica dei cristiani e di tutte le comunità etniche e religiose del medio oriente di fronte alla minaccia terroristica”.  Mai, prima d’ora, uno specifico documento per la difesa dei cristiani era stato portato all’attenzione dell’organismo onusiano.  L’abbandono progressivo della prudenza da parte della diplomazia della Santa Sede – atteggiamento che va nella direzione di quanto da mesi vanno chiedendo vescovi e patriarchi iracheni e siriani, costretti a fare i conti con la scomparsa delle comunità cristiane dalle terre conquistate dalle milizie jihadiste – risale a qualche settimana fa.  A metà febbraio, infatti, davanti allo sgozzamento dei ventuno copti in Libia, il segretario di stato, Pietro Parolin, disse che “occorre intervenire subito, ma sotto l’ombrello dell’Onu”.  [*Video_box_2*]Lo scorso 11 marzo, poi, tenendo una lectio magistralis all’Università Gregoriana, il cardinale Parolin aveva chiarito che “nel disarmare l’aggressore per proteggere persone e comunità non si tratta di escludere l’extrema ratio della legittima difesa, ma di considerarla tale e soprattutto attuarla solo se è chiaro il risultato che si vuole raggiungere e si hanno effettive probabilità di riuscita”.  Dopotutto, ricordava mons.  Tomasi, l’azione militare internazionale in difesa delle minoranze “è una dottrina che è stata sviluppata sia in seno all’Onu sia nella dottrina sociale della chiesa cattolica”.  E’ il ritorno in auge del principio della “responsabilità di proteggere”, il principio sviluppato da Benedetto XVI davanti all’Assemblea generale del Palazzo di vetro, nell’aprile del 2008: se uno stato non è in grado di proteggere i propri cittadini da forme di terrorismo, la comunità internazionale ha il dovere di intervenire.  “Capisco che questa sia una dottrina controversa, tanto che alcuni paesi vi si sono opposti fermamente, ma è un principio fondamentale”, diceva a questo giornale il 6 marzo scorso padre Richard Ryscavage, gesuita, sociologo e docente di Studi internazionali alla Fairfield University, nel Connecticut: “Si sta tentando di spazzare via i cristiani dalla loro terra”, e “non dobbiamo dimenticare che il male su questa Terra esiste e può infettare le persone”.  “Quando ciò accade, il dialogo e la pace sono impossibili, senza una qualche forma di intervento militare,” aveva aggiunto.  Ipotesi che comunque neanche il Papa – che domenica ha parlato a braccio di “persecuzione dei cristiani che il mondo tenta di nascondere” – aveva escluso, sebbene avesse precisato nel corso di una conferenza stampa aerea che “fermare l’aggressore ingiusto non vuol dire bombardare o fare la guerra”.  Già la scorsa estate, il rappresentante diplomatico della Santa Sede a Ginevra aveva parlato di “azione militare forse necessaria”, osservando che nella piana di Ninive “le persone vengono decapitate a causa della loro fede, le donne sono violentate senza pietà e vendute come schiave al mercato, i bambini sono costretti a combattere, i prigionieri massacrati in barba a ogni legge”.
SHARIAH cannibals SYRIA Allah Mecca 666 Kaaba
SHARIAH cannibals SYRIA Allah Mecca 666 Kaaba3
 burn Satana in Jesus's name! DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF!

Roma.  Il Tribunale della Città del Vaticano ha rinviato a giudizio l’ex presidente della Fondazione Bambino Gesù Giuseppe Profiti e l’ex tesoriere del medesimo ente Massimo Spina per la vicenda dell’appartamento dell’ex segretario di stato, Tarcisio Bertone.  Il comunicato della Santa Sede è stato diffuso oggi e in esso si dà conto della richiesta del Promotore di giustizia aggiunto, Roberto Zannotti e dell’accoglimento del presidente del tribunale, Giuseppe Dalla Torre.  L’accusa, per entrambi, è di aver “utilizzato in modo illecito, a vantaggio dell’imprenditore Bandera, denaro appartenente alla Fondazione Bambino Gesù, denaro del quale entrambi avevano la disponibilità in ragione delle funzioni dagli stessi ricoperte”.  In particolare – prosegue il decreto di citazione a giudizio – “sono stati pagati per fini completamente extraistituzionali euro 422. 055,16”.  Cifra utilizzata “per effettuare lavori di ristrutturazione edilizia di un immobile di proprietà del Governatorato, destinato a residenza del segretario di stato emerito, per avvantaggiare l’impresa di Gianantonio Bandera”, incaricata dei lavori di restauro dell’appartamento all’ultimo piano di palazzo San Carlo.  Il reato sarebbe stato commesso nella Città del Vaticano “dal novembre 2013 al 28 maggio 2014”.  La prima udienza si terrà il 18 luglio alle ore 10. Nel marzo del 2016 il Vaticano aveva aperto ufficialmente un’indagine per far luce sulla ristrutturazione dell’appartamento destinato a Bertone una volta lasciata la egreteria di stato.  Da allora Profiti e Spina risultavano indagati con l’accusa di appropriazione indebita.  Bertone, invece, era rimasto fuori dalla vicenda, ribadendo di “non aver mai dato indicazioni, o autorizzato la Fondazione Bambino Gesù ad alcun pagamento in relazione all’appartamento occupato e di proprietà del Governatorato”.
SHARIAH cannibals SYRIA Allah Mecca 666 Kaaba
SHARIAH cannibals SYRIA Allah Mecca 666 Kaaba3
 burn Satana in Jesus's name! DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF!

Roma. “Il martirio rende la chiesa copta più forte di prima, con la testimonianza del sangue. Siamo come il grano, che quando muore germoglia di nuovo”, dice al Foglio padre Antonio Gabriel, sacerdote copto ortodosso della chiesa di San Mina, a Roma. E’ una terribile routine che si perpetua ciclicamente, a cavallo d’ogni festività. Natale, Capodanno, la domenica delle Palme, ora l’Ascensione, con la strage dei pellegrini diretti al monastero di San Samuele, a Minya, in Egitto. Bombe dentro e...
SHARIAH cannibals SYRIA Allah Mecca 666 Kaaba
SHARIAH cannibals SYRIA Allah Mecca 666 Kaaba3
 burn Satana in Jesus's name! DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF!

Roma.  Nel paese che ha dato i natali a Benedetto XVI, dove il presidente Joachim Gauck era un pastore protestante e la cancelliera Angela Merkel è figlia di un reverendo luterano, nel paese dei teologi “d’opposizione” come Hans Küng, Uta Ranke-Heinemann e Eugen Drewermann, che hanno alimentato una critica intensa alla gerarchia vaticana su celibato ecclesiastico, controllo delle nascite, ruolo femminile, sacramenti per i divorziati, il cristianesimo sta letteralmente rantolando.  Nel 1963 i nuovi sacerdoti erano stati quattrocento, nel 1993 furono 238 e nel 2013 sono scesi a 98.  Nel 2015 si sono nuovamente dimezzati, scendendo a 58.  Lo rivela un’inchiesta del quotidiano della cattolicissima Baviera, la Süddeutsche Zeitung.  “La chiesa cattolica in Germania sta affrontando una drammatica carenza di sacerdoti”, si legge.  “Mai prima di oggi così pochi uomini in Germania erano diventati preti cattolici come l’anno scorso”.  Le diocesi tedesche risponderanno alla crescente carenza di sacerdoti accorpando parrocchie, chiudendo chiese, chiamando sacerdoti dall’Africa.  La chiesa cattolica in Germania ha già chiuso 515 chiese negli ultimi dieci anni, mentre la chiesa evangelica ne ha liquidate 340.  Il numero di parrocchie è affondato dal 1995 al 2015: si è passati da 13. 300 alle attuali 10. 800.  L’agonia del cattolicesimo tedesco è dimostrata anche dalla fuga dei fedeli.  Con più di 23,7 milioni di membri in Germania, il cattolicesimo è il più grande gruppo religioso nel paese, che comprende il 29 per cento della popolazione.  Eppure le persone stanno lasciando la chiesa in massa: nel 2015 in 181. 925 hanno fatto formalmente apostasia.  In confronto, 2. 685 persone sono diventate cattoliche.  Un anno fa, un’inchiesta del Foglio aveva dimostrato che le tante aperture della progressista chiesa di Germania miravano proprio a riconquistare cuori (e portafogli) di tanti fedeli.  Rispetto alle statistiche ufficiali di venti anni fa, il numero di battesimi è diminuito di un terzo, da 260 mila battezzati nel 1995 a 167 mila nel 2015.  La situazione è anche peggiore per i matrimoni.  Vent’anni fa, 86. 456 coppie si sono sposate in chiesa.  L’anno scorso, il numero è sceso di quasi la metà: in una nazione di ottanta milioni di persone, solo 44. 298 coppie si sono giurate amore eterno in chiesa.  La percentuale di popolazione che frequenta le chiese è scesa dal 18,6 per cento del 1995 al 10,4 per cento del 2015.  Lo chiamano “der neue Atheismus”, il Nuovo Ateismo.  Secondo un rapporto stilato da Detlef Pollack, professore di Sociologia delle religioni all’Università di Münster, appena il quattro per cento dei cittadini protestanti frequenta oggi regolarmente la chiesa, rispetto al quindici per cento del 1950.  Se continua così, entro il 2033, le chiese avranno meno di 40 milioni di fedeli e il cristianesimo sarà minoranza.  Specchio dei tempi: due giorni fa, nella Marienkirche, in piena Alexanderplatz a Berlino, un pastore evangelico ha celebrato le prime nozze omosessuali di fronte a un altare.  Sven Kretschmer e Tim Kretschmer-Schmidt si sono scambiati gli anelli in chiesa dopo aver stipulato un’unione civile.  Sembra inverarsi la profezia dello scrittore Peter Hahne che, nella “Festa è finita”, si domandava se “la Germania può ancora definirsi un paese cristiano o se non sarebbe più esatto dire che la Germania è un paese prevalentemente ateo dove convivono varie minoranze religiose”.  Sta nascendo una sorta di nuova “chiesa del silenzio”, come quella sotto la Ddr.
SHARIAH cannibals SYRIA Allah Mecca 666 Kaaba
SHARIAH cannibals SYRIA Allah Mecca 666 Kaaba3
 burn Satana in Jesus's name! DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF!

Roma.  E’ stato mons.  Georg Gaenswein a leggere, nella cattedrale di Colonia, il lungo messaggio che il Papa emerito Benedetto XVI ha scritto per ricordare il cardinale Joachim Meisner, per venticinque anni arcivescovo della città sul Reno e, soprattutto, suo grande amico.  Ai solenni funerali erano presenti diversi porporati, tra cui i cardinali Gerhard Ludwig Müller , Dominik Duka, Reinhard Marx e Péter Erdo, che ha tenuto l’omelia.  A presiedere il rito, l’attuale arcivescovo di Colonia, il cardinale Rainer Maria Woelki, già segretario dello stesso Meisner.  “Quando mercoledì scorso ho appresto, da una telefonata, la notizia della morte del cardinale Meisner, in un primo momento non ci ho creduto”, ha scritto Joseph Ratzinger, ricordando che solo il giorno prima i due si erano sentiti, parlando anche della felicità dell’arcivescovo emerito di Colonia defunto per aver potuto partecipare solo il 25 giugno, a Vilnius, alla beatificazione di mons.  Mautolionis.  “Aveva un grande amore per le chiese dell’Europa dell’est che tanto soffrirono la persecuzione comunista”, prosegue il Papa emerito: “Quello che mi ha colpito particolarmente nei recenti colloqui con il cardinale defunto sono state la serenità, la gioia interiore e la fiducia che aveva trovato.  Sappiamo che era un pastore appassionato, e l’ufficio di pastore è difficile, proprio in un momento in cui la Chiesa ha bisogno di pastori convincenti che sappiano resistere alla dittatura dello spirito del tempo e sappiano decisamente vivere con fede e ragione.  Mi ha commosso anche il fatto che ha vissuto in questo ultimo periodo della sua vita sempre di più con la certezza profonda che il Signore non abbandona la sua Chiesa, anche se a volte la barca si è  riempita fino quasi a capovolgersi”.  Due cose negli ultimi tempi gli piaceva ricordare, ha aggiunto Benedetto XVI a proposito di Meisner: “la profonda gioia gioia di vivere il sacramento della penitenza” e qui c’è il rimando alla Giornata mondiale della gioventù del 2005 che si tenne proprio a Colonia, con il Papa emerito a sottolineare che “alcuni esperti di pastorale e liturgia credevano che il silenzio non potesse essere raggiunto agli occhi del Signore con un gran numero di persone” e alcuni – osserva ancora Ratzinger – “credevano che l’adorazione eucaristica fosse datata in quanto tale, perché il Signore dovrebbe essere ricevuto nel pane eucaristico e non in modo diverso”.  Quindi, le ultime parole di ricordo: “Quando il cardinale Meisner non è andato alla messa, l’ultima mattina, è stato trovato morto nella sua stanza.  Il breviario gli era scivolato dalle mani: stava pregando, morto, davanti al Signore, parlando con Lui.  Il genere di morte che gli è stato dato dimostra ancora una volta come ha vissuto alla presenza del Signore e in conversazione con lui con Lui”.
SHARIAH cannibals SYRIA Allah Mecca 666 Kaaba
SHARIAH cannibals SYRIA Allah Mecca 666 Kaaba3
 burn Satana in Jesus's name! DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF!

Riesplode lo scandalo dei presunti abusi sessuali subiti da centinaia di ragazzi che, negli anni, hanno fatto parte del coro cattolico del Duomo di Ratisbona, il più antico coro di voci bianche del mondo diretto, tra gli altri, dal fratello del papa emerito Benedetto XVI, Georg Ratzinger (dal 1964 al 1973).  Riesplode perché non è la prima volta che l'argomento finisce, accompagnato dall'inevitabile clamore mediatico, alla ribalta delle cronache.  Era già accaduto sette anni fa, nel 2010, quando il vescovo di Ratisbona, Gerhard Ludwig Müller (cardinale che lo scorso 1 luglio è stato sostituito da Papa Francesco come prefetto della Congregazione della Fede ndr), ammise, con una lettera pubblicata sul proprio sito internet ed indirizzata ai genitori dei ragazzi, gli abusi.  Il portavoce del prelato aveva aggiunto di “avere informazioni su presunti abusi commessi tra il 1958 e il 1973” e che a partire da queste sarebbe stata condotta “un'inchiesta trasparente” per arrivare alla verità.  Responsabili delle violenze, si disse all'epoca, erano due religiosi, entrambi morti nel 1984, e comunque già condannati a pene detentive.  Oggi “l'inchiesta trasparente” condotta su richiesta del vescovado dall'avvocato Ulrich Weber è arrivata a conclusione.  E dal rapporto emerge che furono almeno 547 i bambini vittime per di soprusi e violenze ma che solo per 67 di loro ci furono abusi sessuali.  Il periodo preso in considerazione va dal 1945 al 1990, 49 le persone indicate come responsabili anche se difficilmente verranno processate visto che si tratta di reati in gran parte prescritti.  Proprio nel 2010 il fratto di Benedetto XVI, che oggi ha 93 anni, si era scusato ammettendo anche di aver dato qualche schiaffo agli allievi ma negando di essere a conoscenza degli abusi.   Weber, però, lo accusa di aver “chiuso gli occhi e di non aver preso misure” per fermare quello che ha descritto come “un sistema della paura”.  Il tutto per proteggere l'istituzione.  Alle vittime sarà fornito un indennizzo fino di 20. 000 euro a testa.
SHARIAH cannibals SYRIA Allah Mecca 666 Kaaba
SHARIAH cannibals SYRIA Allah Mecca 666 Kaaba1 giorno fa
Yitzhak kaduri Messiah 08:25 19.07.2017 | Shariah Islamic, Shariah Ummah and genocide, Theology of substitution are intended solely for shariah genocide and have a strategy to divide to annihilate the whole human race! So as there is a satanic massonic pyramid, regime Bilderberg, FED City London, NWO NATO FMI, Anglo-American Pharisees: scam banking seigniorage, so there is, also, an Islamic demonic pyramid that, converging in Mecca Kaaba, the fact that Islamists can kill their poor (for Shades of interpretation about shariah)? Or that they fuel terrorism against themselves? This is always an effective conspiracy and strategy: dissimulation shariah! ] And since, ARABA LEague rises on the genocide of previous peoples and previous Nations, this proves that their Nazism and genocide is effective!
Therefore, the PD M5S who are supporting this Islamic invasion of migrants, who are attacking Jewish-Christian civilization with their pornographic culture, sexual perversions, are making Europe's suicide even faster! [Wyborcza Newspaper: Erdogan's authoritative Turkey's BOIA, will unveil NATO secrets, to Russiayitzhak kaduri Messiah 08:25 19.07.2017 | gli islamici shariah, sono finalizzati unicamente al genocidio shariah, sono teologia della sostituzione, ed hanno una strategia: dividere per annientare l'intero genere umano! quindi come esiste una piramide satanico massonica SpA FED City London, SpA FMI NWO NATO, di Farisei anglo-americani, così esiste una piramide islamica che converge a Mecca Kaaba, il fatto che gli islamici possono far uccidere tra di loro i loro poveri (per sfumature di interpretazione circa la shariah)? o che alimentano il terrorismo contro se stessi? questo è sempre una efficace congiura e strategia: dissimulatoria shariah! ] e poiché, la LEGA ARABA sorge sul genocidio dei popoli precedenti, questo dimostra che il loro nazismo è efficace! quindi, le sinistre PD M5S che stanno favorendo questa invasione islamica di migranti, che stanno aggredendo la civiltà ebraico-cristiana con la loro cultura pornografica, di perversioni sessuali, loro stanno rendendo il suicidio della Europa, ancora più rapido! [ Gazeta Wyborcza: la Turchia autoritaria di Erdogan il BOIA, svelerà alla Russia i segreti NATO EllyR מפגר, דביל, חמור גרם, בבון... א רim Yitzhak Kaduri Messiahגאָט אלמעכטיקער בענטשן איר, אין אַ שטאַרק וועג
Dio Onnipotente: benedica te, in modo potenteאלוהים אדירים יברך אותך, בצורה חזקהnon temere
אל תפחד
Do not be afraid
SHARIAH cannibals SYRIA Allah Mecca 666 Kaaba
 burn Satana in Jesus's name! DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF!

“La nostra Chiesa è Chiesa dei martiri”. Nella Messa mattutina a Casa Santa Marta, soffermandosi sulla lapidazione di Santo Stefano, Papa Francesco ricorda con parole commosse quanti oggi sono perseguitati e uccisi perché cristiani. E sottolinea che ci sono anche “martiri nascosti” che cercano strade nuove per aiutare i fratelli e per questo vengono perseguitati dai “Sinedri moderni”.La Prima Lettura, tratta dagli Atti degli Apostoli, mostra il giudizio del Sinedrio contro Stefano e la sua lapidazione. Da questa scena drammatica si sviluppa l’omelia di Francesco che, nel cuore, porta i volti e le storie di tanti che anche oggi, come il primo martire della Chiesa, sono perseguitati e uccisi solo perché fedeli a Gesù. I martiri, osserva il Papa, non hanno bisogno di “altri pani”, il loro unico pane è Gesù. E sottolinea che Stefano “non aveva bisogno di andare al negoziato, ai compromessi”.La Parola di Dio dà fastidio ai cuori duriLa sua testimonianza è tale che i suoi detrattori “non riuscivano a resistere alla sapienza” e allo spirito “con cui egli parlava”. Come Gesù, anche Stefano deve affrontare falsi testimoni e la sollevazione del popolo che lo porta a giudizio. Stefano ricorda loro quanti profeti siano stati uccisi per essere stati fedeli alla Parola di Dio e quando “confessa la sua visione di Gesù”, allora i suoi persecutori si scandalizzano, si turano le orecchie per non sentirlo e poi lo trascinano fuori della città per lapidarlo“La Parola di Dio sempre dispiace a certi cuori. La Parola di Dio dà fastidio, quando tu hai il cuore duro, quando tu hai il cuore pagano, perché la Parola di Dio ti interpella ad andare avanti, cercando e sfamandoti con quel pane del quale parlava Gesù. Nella Storia della Rivelazione, tanti martiri sono stati uccisi per fedeltà alla Parola di Dio, alla Verità di Dio”.Quanti Stefani nel mondo, perseguitati perché cristianiIl martirio di Stefano, prosegue, è simile a quello di Gesù: muore “con quella magnanimità cristiana del perdono, della preghiera per i nemici”. Questi che perseguitavano i profeti, come anche Stefano, evidenzia così Francesco, “credevano di dare gloria a Dio, credevano che con questo erano fedeli alla Dottrina di Dio”. Oggi, riprende, “vorrei ricordare che la Storia della Chiesa, la vera Storia della Chiesa, è la Storia dei Santi e dei martiri: perseguitati i martiri, tanti uccisi, da quelli che credevano di dare gloria a Dio, da quelli che credevano di avere ‘la verità’. Cuore corrotto, ma ‘la verità’”.“In questi giorni, quanti Stefani ci sono nel mondo! Pensiamo ai nostri fratelli sgozzati sulla spiaggia della Libia; pensiamo a quel ragazzino bruciato vivo dai compagni perché cristiano; pensiamo a quei migranti che in alto mare sono buttati in mare dagli altri, perché cristiani; pensiamo – l’altro ieri – a quegli etiopi, assassinati perché cristiani … e tanti altri. E tanti altri che noi non sappiamo, che soffrono nelle carceri, perché cristiani … Oggi la Chiesa è Chiesa di martiri: loro soffrono, loro danno la vita e noi riceviamo la benedizione di Dio per la loro testimonianza”.La nostra Chiesa è Chiesa di martiriCi sono, soggiunge, anche “i martiri nascosti, quegli uomini e quelle donne fedeli” alla “voce dello Spirito, che fanno strade, che cercano strade nuove per aiutare i fratelli e amare meglio Dio e vengono sospettati, calunniati, perseguitati da tanti "Sinedri moderni" che si credono padroni della verità: tanti martiri nascosti!”:“E anche tanti martiri nascosti che per essere fedeli nella loro famiglia soffrono tanto per fedeltà. La nostra Chiesa è Chiesa di martiri. E adesso, nella nostra celebrazione verrà da noi il primo martire, il primo che ha dato testimonianza e più: e salvezza, a tutti noi. Uniamoci a Gesù nell’Eucaristia, e uniamoci a tanti fratelli e sorelle che soffrono il martirio della persecuzione, della calunnia e dell’uccisione per essere fedeli all’unico pane che sazia, cioè a Gesù”.
SHARIAH cannibals SYRIA Allah Mecca 666 Kaaba
 burn Satana in Jesus's name! DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF!

Gli attacchi e le violenze contro le chiese nel globo. Secondo le statistiche è uno stillicidio contro il gruppo religioso: massacrati e cacciati dai territori con ferociadi Maria Antonietta CalabròUna cristiana irachena costretta a scappare da Mosul per l’avanzata dell’Isis (foto Epa)Una cristiana irachena costretta a scappare da Mosul per l’avanzata dell’Isis (foto Epa)shadow5331In media ogni mese 322 cristiani vengono uccisi nel mondo a causa della loro fede, 214 fra chiese ed edifici di proprietà di cristiani sono distrutti o danneggiati e 722 sono gli atti di violenza perpetrati nei loro confronti. Le statistiche sono di opendoorsusa.org un’organizzazione non profit evangelica che assiste cristiani perseguitati di tutte le confessioni (cattolici, protestanti, ortodossi) in più di sessanta Paesi.Ormai, è uno stillicidio che si consuma ogni giorno tanto che sul sito persecution.org è possibile monitorare quotidianamente, nazione per nazione, i nuovi casi di persecuzione di fedeli, per il solo fatto della loro fede, cioè perché credono in Gesù Cristo. Al tempo stesso è - come ha detto Papa Francesco - «la persecuzione che il mondo cerca di nascondere», nonostante oggi ci siano più martiri che ai tempi dei primi cristiani.Nel 2014 e nel primo trimestre 2015, i cristiani si confermano, inoltre, ancora una volta, il gruppo religioso maggiormente perseguitato. Colpiti quando sono una minoranza oppressa, ma anche quando sono in maggioranza come è accaduto due giorni fa, in Kenya. In Medio Oriente (dall’Iraq alla Siria) sono scacciati dai territori in cui hanno abitato da secoli, se non da millenni, ormai completamente sconvolti dall’avanzata dell’Isis. Con una ferocia indicibile. È dello scorso febbraio la denuncia di un Rapporto del Comitato per i diritti dell’Infanzia dell’Onu contro i militanti del Califfato, accusati di vendere i bambini iracheni catturati, come schiavi del sesso, o di averne uccisi altri «con la crocifissione o seppellendoli vivi».In Asia tra i Paesi più pericolosi per i cristiani si annoverano il Pakistan e la Cina. Nel 2015 e per il tredicesimo anno consecutivo la Corea del Nord è al primo posto tra i Paesi in cui si sono registrate le forme di persecuzione più gravi.In India, dopo una serie di attacchi alle chiese della capitale, New Delhi, per garantire la sicurezza durante la Settimana Santa, sono stati schierati diecimila poliziotti contro l’estremismo indù. In Africa il rischio è elevato in Nigeria e in Egitto (dove a un mese dal martirio dei 21 cristiani copti decapitati in Libia, la Chiesa loro dedicata è stata assaltata con bombe incendiarie), nella Repubblica Centroafricana, in Eritrea e in Somalia.Ma la violenza jihadista che si è scatenata contro gli studenti cristiani, Giovedì Santo, in Kenya, segna un ulteriore salto di qualità. «La situazione sembra evolvere in modo negativo» è scritto nel focus dedicato al Kenya dal Rapporto 2014 della Fondazione di diritto pontificio «Aiuto alla Chiesa che soffre» (Acs). Una scheda-Paese che è stata purtroppo profetica. In Kenya, infatti, i cristiani sono la maggioranza - l’84,8 per cento - ma le tensioni religiose, connesse a una situazione politica complessa, ormai mietono molte vittime cristiane. E così se nella classifica dei Paesi stilata da Acs il Kenya è ancora a «rischio medio», è tuttavia segnalato «in peggioramento».Le tensioni etniche e religiose nel Paese, negli ultimi due anni, sono state aggravate dall’offensiva dell’esercito contro le forze islamiste di al-Shabaab, nella vicina Somalia. «Le forze di sicurezza del Kenya sono state accusate di essersi scagliate contro cittadini sospetti di religione musulmana, sulla scia di una serie di attacchi contro civili e gruppi religiosi da parte di membri di al-Shabaab», scrive il rapporto. E in alcuni assalti, «i non-musulmani sarebbero stati prescelti come vittime per punire il governo di Nairobi per il suo sostegno alla missione dell’Unione africana in Somalia, inviata peraltro nel Paese sotto l’egida dell’Unione Africana».Redatto da giornalisti, esperti e studiosi, il documento dell’Acs prende in esame il periodo compreso tra l’ottobre 2012 e il giugno 2014.In 116 dei 196 Paesi analizzati, quasi il 60%, si registra un violento disprezzo per la libertà religiosa (verso tutte le religioni). E la situazione è «preoccupante» anche in America Latina. In Messico, ad esempio, dove in pochi mesi cinque preti sono stati uccisi per aver condannato il traffico di droga e il crimine organizzato. Nei due anni esaminati sono stati rilevati cambiamenti in 61 Paesi, ma purtroppo soltanto in sei di questi - Cuba, Emirati Arabi Uniti, Iran, Qatar, Taiwan e Zimbabwe - tali trasformazioni hanno coinciso con un miglioramento.
SHARIAH cannibals SYRIA Allah Mecca 666 Kaaba
 burn Satana in Jesus's name! DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF!

I cristiani sono perseguitati. E lo sono in tutto il mondo. Quest'anno si celebra il centenario di quel genocidio armeno, che ha eliminato un milione e mezzo di cristiani, proprio per il fatto di essere cristiani. Nel corso del XX secolo vi sono stati altri stermini. Come dimenticare la persecuzione dei cristiani in Messico. Poi, in molti paesi dell'Europa orientale. Senza dimenticare la Cina e il Vietnam, etc. Durante tutta la storia, i cristiani sono stati perseguitati per il solo fatto di essere cristiani. E il sangue dei martiri è sempre stato il seme dei cristiani. I persecutori non sanno che quanto più perseguitano tanto più rafforzano e consolidano la fede cristiana in molti luoghi della terra. E la Chiesa ha fatto la sua strada nel corso della storia proprio in mezzo a persecuzioni e privazioni.    Un altro tipo di persecuzione, più simulata, è quello di imbavagliare i cristiani nei paesi occidentali, i paesi più sviluppati, relegando la presenza di Dio nelle profondità della coscienza e di stabilendo di fatto una "neutralità" laica nella società civile. E’ questo  un modo subdolo costruire la vita e la società come se Dio non esistesse o quanto meno trascurando Dio. Nei fatti nessuno nega la confessione pubblica della fede, ma non si tollera la fede sia contemplata nell’esercizio della sfera pubblica, anche quando i cristiani sono la maggioranza. Non intendo parlare di confessionalità, né tanto meno di Stato confessionale, ma della presenza del cristianesimo nella sfera pubblica nella comprensione di una sana laicità positiva. In questo contesto la forza del Vangelo è ammortizzata dal consumismo, dalla ricerca del piacere e del comfort, dal desiderio di avere di più, dalla corruzione in tutte le sue forme. In verità corre maggior pericolo la fede in questi ambienti rilassati rispetto a quelli in cui i cristiani sono sanguinosamente perseguitati. Oggi la persecuzione continua in luoghi molto diversi. E il mondo sta diventando un campo di battaglia pieno di croci. In Asia, Africa, America Latina. Ma soprattutto in Medio Oriente. La parola martirio suona di tremenda attualità su diverse latitudini. È però il mondo musulmano e il Medio Oriente la regione dove il numero di agguati contro le minoranze cristiane risulta più alto. Migliaia le persone sotto accusa e perseguitate. E le voci che a ondate, ciclicamente, arrivano, fanno emergere la realtà di piccoli gruppi impauriti. Siriaci, copti, caldei maroniti sono diventate le comunità cristiane di cui si parla nelle cronache del Medio Oriente, zeppe di violenze, discriminazioni e attentati.  L'elenco dei nuovi martiri - come lo ha chiamato Papa Francesco - è talmente lungo da lasciare a bocca aperta. Persecuzioni, discriminazioni, esecuzioni. La persecuzione dei cristiani è una minaccia alla pace e alla sicurezza internazionale. I martiri di oggi sono più numerosi che nei primi secoli cristiani. In Iraq, Siria, Nigeria, Libia, Kenya e nelle regioni del subcontinente asiatico la terra è stata letteralmente intrisa di sangue. Le notizie giunte nelle nostre case dalla TV sono entrate nelle nostre case hanno dato conto di notizie barbare di cristiani copti decapitati in Libia; chiese piene di gente saltare in aria durante le celebrazioni liturgiche in Iraq, Nigeria e Pakistan; antiche comunità cristiane cacciate dalle loro case nella Piana di Ninive; studenti cristiani giustiziati in Kenya. Migliaia di persone in tutto il mondo sono perseguitate, private ​​dei loro diritti umani fondamentali, discriminate e uccise semplicemente perché sono credenti. Sembra che tra 100 e 150 milioni di cristiani sono perseguitati nel mondo di oggi. La gamma è vasta e investe realtà differenti: Egitto, Siria, Pakistan, Nigeria, Mali, Iraq, Iran, Turchia, Libia, Sudan, Arabia Saudita, Yemen, Tunisia, Kenya, Somalia, Niger, Oman, Qatar. La situazione complessiva è così grave da non fare presagire nulla di buono per il futuro. L'odio verso i cristiani avanza producendo innumerevoli liste di martiri, solo per il fatto di essere cristiani. La Commissione sulla libertà religiosa internazionale degli Stati Uniti mette in fila 8 Paesi massacratori di cristiani: Birmania, Cina, Eritrea, Iran, Corea del Nord, Arabia Saudita, Sudan e Uzbekistan. Non passa una settimana senza che vi sia una nuova, tragica notizia in questo senso. E’ di pochi giorni la notizia che sarebbero 12 le persone gettate in mare durante la traversata del Canale di Sicilia da un gommone carico di migranti che dalla Libia stava raggiungendo le coste siciliane. Secondo quanto ricostruito in base alle testimonianze di altri profughi durante la traversata, nigeriani e ghanesi sarebbero stati minacciati di essere abbandonati in acqua perché cristiani, da una quindicina di passeggeri di nazionalità ivoriana, senegalese, maliana e della Guinea Bissau. Dalle minacce i musulmani sarebbero passati all'azione gettando in acqua dodici tra nigeriani e ghanesi. Una situazione drammatica di terribile violenza colpisce tantissimi innocenti tra cui molti cristiani. Enormi difficoltà vivono i musulmani che lasciano o intendono lasciare l’Islam per diventare cristiani. In Colombia la Chiesa è perseguitata perché fronteggia le Farc e rappresenta l’opposizione al crimine». Nella guerra civile in Siria si inserisce una seconda guerra tra le fazioni islamiche, così i cristiani ne fanno le spese e fuggono. In Iraq in una decina d’anni i cristiani sono precipitati da 1 milione e 300 mila a 250-300 mila. «Non licet esse christianos. I cristiani non devono esistere». Sembra di essere tornati indietro di duemila anni. Nel 35 dopo Cristo il Senato di Roma non ammise il Cristianesimo come «religio licita» e condannò i cristiani a terribili persecuzioni. Nella festa del protomartire Stefano del 2013, Papa Francesco ha detto: «Nel martirio la violenza è vinta dall’amore e la morte dalla vita. La Chiesa vede nel sacrificio dei martiri la loro nascita al cielo. Nel martirio si riproduce il confronto tra bene e male, tra odio e perdono, tra mitezza e violenza». Cosa possiamo fare? In primo luogo occorre pregare per tutti coloro che sono perseguitati a causa della fede che il Signore li sostenga, li conforti e li aiuti. "Beati voi quando vi insulteranno, vi perseguiteranno e, mentendo, diranno ogni sorta di male contro di voi per causa mia." (Mt 5,11), dice Gesù.  Egli ha previsto che nel mondo vi sarebbero state lotte  e persecuzioni. Pertanto, non è una novità che i discepoli di Cristo siano perseguitati a causa del Vangelo: "la vostra ricompensa è grande nei cieli". I martiri ci parlano, dunque, di un’altra vita: quella  eterna alla quale arriveremo percorrendo il cammino dei comandamenti e dove giungono direttamente coloro che vengono sacrificati per il fatto di essere cristiani. Papa Francesco ha chiesto aiuto per quanti nel mondo sono "perseguitati, esiliati, uccisi, decapitati per il solo fatto di essere cristiani. Loro sono i nostri martiri di oggi e sono tanti, possiamo dire che sono più numerosi che nelle altre epoche". "Auspico - ha detto dopo la preghiera mariana del Regina Caeli del 6 aprile scorso - che la Comunità Internazionale non assista muta e inerte di fronte a tale inaccettabile crimine, che costituisce una preoccupante deriva dei diritti umani più elementari. Auspico veramente che la Comunità Internazionale non rivolga lo sguardo da un'altra parte". Ma dobbiamo, altresì, essere sensibili e attenti per dimostrare la nostra solidarietà con gli altri fratelli cristiani che soffrono a causa della loro fede. Particolarmente suggestivo è il silenzio dei paesi occidentali di fronte a tutte queste torture; e assai peggiore è l'indifferenza globalizzata, come se per noi il problema non esistesse. Siamo più sensibili nei confronti degli affamati che nei confronti di coloro che muoiono per la loro fede. Dovremmo essere assai più sensibili nei confronti degli uni e degli altri spezzando la spirale della globalizzazione della indifferenza!Senza dimenticare mai che il perdono è una caratteristica cristiana. E’ vero che da un cuore ferito e affranto può sgorgare il sentimento della vendetta e dell'odio. Ma i nostri fratelli cristiani che muoiono per il fatto di essere cristiani ci danno una preziosa testimonianza di amore, di amore supremo, perdonando anche coloro dai quali sono stati torturati. Questo amore può nascere solo da un cuore come quello Cristo, che crocifisso sulla croce ha perdonato i suoi nemici e li ha scusati: "Padre, perdona loro, perché non sanno quello che fanno" (Lc 23,34). Non va bene coprire e dimenticare il passato. Ma ricordiamoci sempre  di perdonare; ricordiamoci dei nuovi martiri per imparare da loro che la misura dell'amore è amare senza misura
SHARIAH cannibals SYRIA Allah Mecca 666 Kaaba
 burn Satana in Jesus's name! DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF!

E' un'insaguinato ritorno all'epoca apostolica, quella degli inizi. «Oggi ci sono più martiri che nei primi secoli», ma «i media non lo dicono» perché non fa notizia. Nell’omelia della Messa celebrata oggi a Santa Marta papa Francesco ritorna sulla tragedia dei cristiani perseguitati e ricorda che «senza memoria non c’è speranza», invocando - in particolare - la necessità della «memoria dei martiri», «quelli che hanno sofferto e dato la vita come Gesù», che «furono lapidati, torturati», «uccisi di spada». La Chiesa è «questo popolo di Dio, peccatore ma docile, che fa grandi cose e anche dà testimonianza di Gesù Cristo fino al martirio», spiega Francesco, gagiungendo che «i martiri sono quelli che portano avanti la Chiesa, sono quelli che sostengono la Chiesa, che l’hanno sostenuta e la sostengono oggi. E oggi ce ne sono più dei primi secoli».I CRISTIANI PERSEGUITATI«I media non lo dicono perché non fa notizia – denuncia – ma tanti cristiani nel mondo oggi sono beati perché perseguitati, insultati, carcerati. Ce ne sono tanti in carcere, soltanto per portare una croce o per confessare Gesù Cristo! Questa è la gloria della Chiesa e il nostro sostegno e anche la nostra umiliazione. Noi che abbiamo tutto, tutto sembra facile per noi e se ci manca qualcosa ci lamentiamo… Ma pensiamo a questi fratelli e sorelle che oggi, in numero più grande dei primi secoli, soffrono il martirio!».«Non posso dimenticare»,  prosegue Bergoglio, «la testimonianza di quel sacerdote e quella suora nella cattedrale di Tirana: anni e anni di carcere, lavori forzati, umiliazioni. Noi siamo soddisfatti quando vediamo un atto ecclesiale grande, che ha avuto un gran successo, e questo è bello. Questa è forza. Sì, è forza. Ma la più grande forza della Chiesa oggi è nelle piccole Chiese, piccoline, con poca gente, perseguitati, con i loro vescovi in carcere. Questa è la nostra gloria oggi, questa è la nostra gloria e la nostra forza oggi». Perché, puntualizza il Papa, «una Chiesa senza martiri è una chiesa senza Gesù». L'invito a pregare « “per i nostri martiri che soffrono tanto, per quelle Chiese che non sono libere di esprimersi», chiude l'omeila : «Loro sono la nostra speranza».
SHARIAH cannibals SYRIA Allah Mecca 666 Kaaba
 burn Satana in Jesus's name! DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF!

'attentato a un convoglio di bus di cristiani copti di ieri a Menyah, è arrivata la rivendicazione dello Stato islamico. L'Egitto ha reagito con blitz aerei in Libia (dove si trovano le basi dei terroristi), insieme all'aviazione del generale Haftar. Ma al Sarraj, leader del Governo di accordo nazionale libico, accusa: "Raid attentato alla nostra sovranità". Sta diventando un affaire internazionale destinato a aumentare la tensione tra Egitto e Libia, l'attacco ai cristiano copti. La rivendicazione dell'Isis. Sull'agenzia di propaganda Amaq, gli jihadisti scrivono: "Un distaccamento di sicurezza dell'Isis ha condotto un attentato ieri a Mynia contro un autobus che trasportava copti". Lo ha riferito Site, il sito che monitora l'attività jihadista della galassia estremista. L'organizzazione rivendica un bilancio di 32 vittime, a differenza delle ultime notizie confermate dalle autorità egiziane che parlano di 29 morti e 13 persone ancora ricoverate in ospedale per le ferite riportate. Tra le vittime numerosi bambini.La reazione dell'Egitto: raid aerei.  Le Forze Armate egiziane confermano di aver distrutto covi dei "terroristi" in raid aerei sulla vicina Libia dopo l'attacco contro i copti a Minya, rivendicato dall'Is. I raid hanno portato alla "completa distruzione" degli obiettivi, compresi centri di "addestramento dei terroristi che hanno partecipato alla pianificazione e attuazione dell'attacco di Minya", affermano i militari in una nota che parla di "successo" della "missione". I media egiziani parlano di numerosi raid aerei contro obiettivi nella zona di Derna, in Libia. Al-Sisi ha promesso che "non esiterà a colpire i campi dei terroristi ovunque si trovino".Le forze di Haftar insieme ai raid egiziani. L'aviazione fedele al generale Khalifa Haftar, l'uomo forte dell'est della Libia, ha annunciato di aver partecipato ai raid aerei lanciati ieri dall'egitto nella città libica di derna per rappresaglia all'attacco terroristico contro cristiani copti. In un comunicato dell'agenzia di stampa lana, fedele alle autorità dell'est libico, si riferisce di una "operazione congiunta" a Derna in cui gli egiziani "hanno usato caccia moderni tipo Rafale". Sono state usate "munizioni precise" per distruggere siti "precedentemente individuati" e durante l'operazione sono stati "identificati altri due obiettivi". Nella nota si precisa quindi che sono stati presi di mira campi militari e il quartier generale del consiglio dei mujahedeen di Derna, vicino ad al Qaida, che controlla la città: "L'operazione è riuscita e le perdite sono stati pesanti per i terroristi di al Qaida in termini di uomini e mezzi".L'Ira di al Sarraj: "Attentato alla nostra sovranità". Il governo di accordo nazionale libico, guidato da Fayez al Sarraj, ha denunciato i raid aerei dell'Egitto a Derna come "un attentato alla sovranità" del Paese. "Quali che siano i pretesti, noi respingiamo ogni azione che attenti alla sovranità del nostro paese - si legge nel comunicato diffuso oggi dal governo di Sarraj - non c'è alcuna giustificazione alla violazione del territorio di altri Paesi, non importa come sia qualificata".Derna, roccaforte degli islamisti. Conosciuta come una roccaforte degli estremisti già sotto Muammar Gheddafi, la città di Derna è stata controllata da un gruppo associato ad Ansar al sharia (vicino ad al Qaida) tra il 2011 e il 2014, quando molti jihadisti disertarono per giurare fedeltà allo stato islamico (Isis) e si impadronirono della città. Gli altri jihadisti rimasti fedeli ad al Qaida hanno dato vita a una coalizione, il 'Consiglio dei mujahiddin' di Derna, e hanno combattutto contro l'Isis, ma anche contro le forze fedeli ad Haftar, riprendendo la città nell'estate del 2015. Le forze di Haftar conducono spesso attacchi aerei contro le postazioni di questa coalizione.L'attacco ai cristiani copti. Un convoglio di due autobus che trasportava i fedeli è stato assalito venerdì mattina - alla vigilia dell'inizio del mese del Ramadan - da un commando di dieci uomini  a bordo di tre pick-up a 250 Km a sud del Cairo. Armati di mitragliatrici e con addosso divise militari, gli assalitori hanno bloccato il mezzo, sono saliti a bordo e hanno aperto il fuoco sui passeggeri. Secondo quanto scritto da un testimone su Twitter, uno degli assalitori ha anche filmato il massacro. I passeggeri erano diretti al monastero di San Samuele, nella provincia di Minya. I terroristi dell'Isis - fuggiti dopo il massacro -  stanno portando avanti da mesi una campagna contro la minoranza copta.La preghiera del Pontefice. A Genova il Papa, prima di cominciare l'incontroin Cattedrale, ha invitato a una preghiera "per i nostri fratelli copti egiziani che sono stati uccisi perchè non volevano rinnegare la fede". Francesco ha poi aggiunto: "Ricordiamo che i martiri cristiani oggi sono di più dei tempi antichi".
Jerusalem Messiah Mahdì Yerushalayim Kingdom
Jerusalem Messiah Mahdì Yerushalayim Kingdom
 burn Satana in Jesus's name! DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF!

Beautiful Beige
 God Almighty will deal with them. In fact He is already dealing with
them. That is just the beginning of more to come. It is written: Bless
those who bless me and curse those who curse me regarding to the
Abrahamic Covenant which includes the Jews.
Dio Onnipotente si
occuperà di loro. In realtà sta già occupandosi di loro. Questo è solo
l'inizio di più da venire. È scritto: Benedici coloro che mi benedicano e
 maledicono coloro che mi maledicono riguardo all'Alleanza abrahamica
che comprende gli ebrei. [[

      
    
  
 Jerusalem Messiah Mahdì Yerushalayim Kingdom im Yitzhak Kaduri Messiah •  ]] God Almighty blessing you too
SHARIAH cannibals SYRIA Allah Mecca 666 Kaaba
SHARIAH cannibals SYRIA Allah Mecca 666 Kaaba
 burn Satana in Jesus's name! DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF!

Le persecuzioni hanno segnato profondamente la storia del cristianesimo fin dai suoi esordi, ma come Papa Francesco ha ribadito più volte, le violenze contro i cristiani sono più numerose oggi che in passato. A fornire i numeri è il Center for Study of Global Christianity che a gennaio pubblicherà i dati aggiornati al 2016. In un’intervista a Radio Vaticana il prof. Massimo Introvigne, direttore del Centro Studi Nuove Religioni (Censur), anticipa qualche dato: si registrano circa 90 mila cristiani uccisi per la loro fede, cioè un morto ogni 6 minuti. Di questi il 70 per cento sono stati uccisi in Africa perché si sarebbero rifiutati di imbracciare le armi nei conflitti tribali; il restante 30 per cento è stato massacrato durante attentati terroristici, persecuzioni ordinate dal governo (come in Corea del Nord) o durante la distruzione di villaggi.Inoltre, paragonando le statistiche di tre diversi centri di ricerca degli Stati Uniti e del Censur, risulta che in 102 paesi del mondo fra i 500 e i 600 milioni di cristiani non possono professare liberamente la loro fede. “Senza voler dimenticare o sminuire le sofferenze dei membri di altre religioni, i cristiani sono il gruppo religioso più perseguitato del mondo”, commenta Introvigne. Specifica poi che i numeri raccolti dalle varie statistiche cambiano a seconda di cosa si intende per “persecuzione”: alcuni centri contano le persone messe di fonte alla tragica scelta tra il rinnegare la propria fede e il morire, mentre altri, in senso più lato, considerano anche i cristiani che corrono il rischio di essere uccisi compiendo determinati gesti o rituali. Il Papa ricorda i cristiani perseguitati: “Il mondo ci odia”Nell’Angelus di Santo Stefano Francesco sottolinea come i martiri per la fede oggi siano più numerosi che nei primi secoli. La gioia per la messa di Natale in Iraq Un fenomeno mondiale che non deriva solamente, come alcuni sono soliti pensare, dalla presenza dello Stato islamico. Introvigne infatti sottolinea che in medio oriente – e in tutto l’oriente dove è fortemente radicato l’estremismo islamico – l’estremismo religioso dell’Islam colpisce non solo i cristiani, ma anche gli stessi musulmani: “I musulmani in genere sono uccisi da altri musulmani: i musulmani sciiti sono uccisi da musulmani sunniti e questo è il caso più frequente. Qualche volta musulmani sunniti sono uccisi da musulmani sciiti, musulmani che non sono d’accordo con una certa declinazione dell’Islam sono uccisi da musulmani più estremisti, come nel caso dell’Is”.
SHARIAH cannibals SYRIA Allah Mecca 666 Kaaba
SHARIAH cannibals SYRIA Allah Mecca 666 Kaaba
 burn Satana in Jesus's name! DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF!

La più grande forza della Chiesa oggi è nelle piccole Chiese perseguitate. Lo ha detto il Papa nella Messa mattutina a Casa Santa Marta. Cuore dell’omelia di Francesco, i martiri. “Oggi ce ne sono più dei primi secoli” , “i media non lo dicono” perché non fa notizia, nota il Papa che invita a fare memoria di quanti soffrono il martirio. Il servizio di Debora Donnini:“Senza memoria non c’è speranza”. Lo ricorda Francesco nell’omelia che ruota attorno alla Lettera agli Ebrei nella quale si esorta a richiamare alla memoria tutta la storia del popolo del Signore. Proprio nel capitolo undicesimo, che la Liturgia propone in questi giorni, si parla della memoria. Prima di tutto una “memoria di docilità”, la memoria della docilità di tanta gente, a cominciare da Abramo che, obbediente, uscì dalla sua terra senza sapere dove andava. In particolare poi, nella Prima Lettura odierna tratta sempre dal capitolo undicesimo della Lettera agli Ebrei, si parla di altre due memorie. La memoria delle grandi gesta del Signore, compiute da Gedeone, Barac, Sansone, Davide , “tanta gente – dice il Papa – che ha fatto grandi gesta nella storia di Israele”.Oggi ci sono più martiri che nei primi secoli: i media non lo dicono perché non fa notiziaE poi c’è un terzo gruppo di cui fare memoria, la “memoria dei martiri”: “quelli che hanno sofferto e dato la vita come Gesù”, che “furono lapidati, torturati", "uccisi di spada”. La Chiesa è infatti “questo popolo di Dio”, “peccatore ma docile”, “che fa grandi cose e anche dà testimonianza di Gesù Cristo fino al martirio”:“I martiri sono quelli che portano avanti la Chiesa, sono quelli che sostengono la Chiesa, che l’hanno sostenuta e la sostengono oggi. E oggi ce ne sono più dei primi secoli. I media non lo dicono perché non fa notizia, ma tanti cristiani nel mondo oggi sono beati perché perseguitati, insultati, carcerati. Ce ne sono tanti in carcere, soltanto per portare una croce o per confessare Gesù Cristo! Questa è la gloria della Chiesa e il nostro sostegno e anche la nostra umiliazione: noi che abbiamo tutto, tutto sembra facile per noi e se ci manca qualcosa ci lamentiamo… Ma pensiamo a questi fratelli e sorelle che oggi, in numero più grande dei primi secoli, soffrono il martirio!”.“Non posso dimenticare”, prosegue Francesco, “la testimonianza di quel sacerdote e quella suora nella cattedrale di Tirana: anni e anni di carcere, lavori forzati, umiliazioni”, per i quali non esistevano i diritti umani.La più grande forza della Chiesa è nelle piccole Chiese perseguitateQuindi il Papa ricorda che la più grande forza della Chiesa oggi è nelle “piccole Chiese” perseguitate:“E anche noi, è vero e giusto anche, siamo soddisfatti quando vediamo un atto ecclesiale grande, che ha avuto un gran successo, i cristiani che si manifestano… E questo è bello! Questa è forza? Sì, è forza. Ma la più grande forza della Chiesa oggi è nelle piccole Chiese, piccoline, con poca gente, perseguitati, con i loro vescovi in carcere. Questa è la nostra gloria oggi, questa è la nostra gloria e la nostra forza oggi”.Il sangue dei martiri è seme di cristiani“Una Chiesa senza martiri - oserei dire -  è una chiesa senza Gesù”, afferma in conclusione il Papa che invita dunque a pregare “per i nostri martiri che soffrono tanto”, “per quelle Chiese che non sono libere di esprimersi”: “loro sono la nostra speranza”. E il Papa ricorda che nei primi secoli della Chiesa un antico scrittore diceva: “Il sangue dei cristiani, il sangue dei martiri, è seme dei cristiani”.“Loro con il loro martirio, la loro testimonianza, con la loro sofferenza, anche dando la vita, offrendo la vita, seminano cristiani per il futuro e nelle altre Chiese. Offriamo questa Messa per i nostri martiri, per quelli che adesso soffrono, per le Chiese che soffrono, che non hanno libertà. E ringraziamo il Signore di essere presenti con la fortezza del Suo Spirito in questi fratelli e sorelle nostri che oggi danno testimonianza di Lui”.
SHARIAH cannibals SYRIA Allah Mecca 666 Kaaba
SHARIAH cannibals SYRIA Allah Mecca 666 Kaaba
 burn Satana in Jesus's name! DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF!

Papa Francesco, ieri, nell'omelia della messa dei santi Pietro e Paolo ha pronunciato queste parole: «non vorrei soffermarmi sulle atroci, disumane e inspiegabili persecuzioni, purtroppo ancora oggi presenti in tante parti del mondo, spesso sotto gli occhi e nel silenzio di tutti. Vorrei invece oggi venerare il coraggio degli Apostoli e della prima comunità cristiana; il coraggio di portare avanti l'opera di evangelizzazione, senza timore della morte e del martirio, nel contesto sociale di un impero pagano; venerare la loro vita cristiana che per noi credenti di oggi è un forte richiamo alla preghiera, alla fede e alla testimonianza». Il papa parla di venerare il coraggio degli apostoli e dei primi cristiani e di venerare la loro vita. Ma che cosa significa questa espressione? Perché ripete due volte il verbo "venerare" e non dice semplicemente "ammirare" oppure "meditare"? Si ammirano gli eroi, si riflette sull'esempio dei saggi, ma si venerano i santi. Nella Passione di Perpetua e Felicita, uno dei testi più antichi della letteratura martiriale, che racconta le vicende di due giovani martiri uccise a Cartagine nel 207, c'è un episodio molto significativo a questo proposito. Felicita, una schiava, già all'ottavo mese di gravidanza quando viene arrestata, mentre si trova in carcere in attesa del supplizio viene colta dalle doglie. Sentendola urlare di dolore, un carceriere la schernisce: «Se soffri tanto adesso, cosa farai quando ti daranno alle fiere? E pensare che sembravi disprezzarle, quando ti sei rifiutata di sacrificare!». Lei risponde: «Adesso sono io che soffro quel che soffro; allora, sarà in me un altro che soffrirà al posto mio, poiché io subirò il martirio per lui». Il martire non è un eroe, non è un superuomo (o una superdonna) che, come frutto di un lungo percorso formativo e ascetico, ha acquisito un completo autocontrollo e la capacità di sfidare impavido la morte per affermare il proprio ideale: quello è piuttosto il modello del sapiens stoico (si pensi all'immagine di Catone Uticense che Seneca ci presenta nell'atto di darsi la morte, tanto coraggioso da suscitare l'ammirazione degli stessi dèi!), ma si tratta di un esemplare umano quanto mai raro, per non dire improbabile.I martiri cristiani sono davvero "persone qualunque", uomini, donne, bambini, spesso privi di quelle doti e di quella formazione che, nella visione degli antichi, erano necessarie a configurare l'uomo perfetto. Ma proprio in questa loro umana inadeguatezza si incardina il valore preziosissimo della loro esperienza, e gli scrittori cristiani non si stancano di metterlo in risalto discutendo con i pagani: certo, anche tra di voi — dicono — qualche volta può esserci una personalità eccezionale che è in grado di affrontare la morte con sereno coraggio (come fece Socrate), ma le centinaia o le migliaia di persone comuni che lietamente danno la propria vita per Cristo, come si spiegano? Noi cristiani di oggi, soprattutto in occidente, abbiamo bisogno di rimettere la realtà del martirio al posto che le compete nell'orizzonte della chiesa, cioè al centro. Il martirio non è un accidente, ma un'esperienza che è sempre stata presente, in varie forme, nella vita di fede, come Gesù ha esplicitamente predetto ai suoi discepoli (cfr. Gv 15,20: «se hanno perseguitato me perseguiteranno anche voi»; Mc 10,29-30: nel centuplo promesso a chi lo segue sono incluse le persecuzioni). Esso contiene qualcosa di essenziale per la ragionevolezza della nostra fede: noi crediamo, infatti, non per una cieca adesione, bensì fondandoci su delle testimonianze. Quella di Cristo, che è morto e risorto per noi, e poi tutte quelle di coloro che, per grazia, hanno unito la loro vita con la sua, fino all'effusione del sangue.In questo senso, la morte di un martire cristiano non è equiparabile a nessun'altra morte che avviene nel mondo: certo, ogni vittima innocente è ugualmente nel cuore di Dio, ma il valore testimoniale della sofferenza patita in nome di Cristo è unico. I primi cristiani questo lo avevano ben chiaro, noi oggi forse molto meno.E proprio perché si tratta di una chiamata, di un dono (tremendo) che solo Dio può fare, la coscienza cristiana ha sempre avvertito che il martirio non può essere scelto, non può essere cercato, ma solo accettato. Nel Martirio di Policarpo, un altro testo martiriale del II secolo, a un certo punto si ricorda un tale Quinto, venuto dalla Frigia, che alla vista delle belve si impaurisce e abiura. Eppure «era stato lui stesso a trascinare sé ed altri all'autodenuncia spontanea», commenta l'autore. Nel coraggio che il papa ci invita a venerare è compresa anche la prudente umiltà di chi sa di non disporre di nulla e non è proteso ad affermare "eroicamente" una propria supremazia morale.
SHARIAH cannibals SYRIA Allah Mecca 666 Kaaba
SHARIAH cannibals SYRIA Allah Mecca 666 Kaaba
 burn Satana in Jesus's name! DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF!

«Il mondo odia i cristiani per la stessa ragione per cui ha odiato Gesù, perché Lui ha portato la luce di Dio e il mondo preferisce le tenebre per nascondere le sue opere malvage». Lo ha affermato Papa Francesco all'Angelus dedicato al martirio di Santo Stefano, il primo di una lunga serie che continua fino ad oggi. "C'è opposizione - ha osservato il Papa - tra la mentalità del Vangelo e quella mondana. Seguire Gesù vuol dire seguire la sua luce, che si è accesa nella notte di Betlemme, e abbandonare le tenebre del mondo"."Anche oggi - ha rilevato Bergoglio - la Chiesa, per rendere testimonianza alla luce e alla verità, sperimenta in diversi luoghi dure persecuzioni, fino alla suprema prova del martirio". "Quanti nostri fratelli e sorelle nella fede - ha denunciato - subiscono soprusi, violenze e sono odiati a causa di Gesù! Oggi vogliamo pensare a loro ed essere vicini a loro con il nostro affetto, la nostra preghiera e anche il nostro pianto".IL TESTO COMPLETO"Vi dico una cosa: i martiri di oggi sono maggiori nel numero rispetto ai martiri dei primi secoli. Quando leggiamo la storia leggiamo tanta crudeltà verso i cristiani, la stessa c'è oggi, ma in numero maggiore, verso i cristiani"."Ieri giorno di Natale i cristiani perseguitati nell'Iraq hanno celebrato il Natale nella loro cattedrale distrutta; è un esempio di fedeltà al Vangelo: essi testimoniano con coraggio la loro feeltà a Cristo", ha continuato il Papa a braccio. "Nonostante le prove e i pericoli, essi - ha scandito il Papa - testimoniano con coraggio la loro appartenenza a Cristo e vivono il Vangelo impegnandosi a favore degli ultimi, dei più trascurati, facendo del bene a tutti senza distinzione; testimoniano la carità nella verità"."Nel fare spazio dentro il nostro cuore al Figlio di Dio che si dona a noi nel Natale, rinnoviamo - ha esortato il Papa rivolto alla piazza gremita - la gioiosa e coraggiosa volontà di seguirlo fedelmente come unica guida, perseverando nel vivere secondo la mentalità evangelica e rifiutando la mentalità dei dominatori di questo mondo"."Alla Vergine Maria, Madre di Dio e Regina dei martiri, eleviamo - ha poi concluso il Papa - la nostra preghiera, affinché ci guidi e ci sostenga sempre nel nostro cammino alla sequela di Gesù Cristo, che contempliamo nella grotta del presepe e che è il Testimone fedele di Dio Padre".Il Papa ha poi espresso le sue condoglianze per le vittime dell'aereo russo precipitato nel Mar Nero. "Il Signore consoli i familiari delle vittime: giornalisti, equipaggio e i membri dell'eccellente coro e orchestra dell'Armata Rossa. Nel 2004 il coro si esibì in Vaticano per il 26esimo anniversario del Pontificato di San Giovanni Paolo II. La Vergine Maria sostenga gli sforzi di quanti sono impegnati nelle ricerche".
SHARIAH cannibals SYRIA Allah Mecca 666 Kaaba
SHARIAH cannibals SYRIA Allah Mecca 666 Kaaba
 burn Satana in Jesus's name! DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF!

«I martiri di oggi sono maggiori nel numero rispetto ai martiri dei primi secoli. Quando leggiamo la storia leggiamo tanta crudeltà verso i cristiani, la stessa c’è oggi, ma in numero maggiore, verso i cristiani». Così Papa Francesco ieri all’Angelus. «Il mondo - ha proseguito - odia i cristiani per la stessa ragione per cui ha odiato Gesù, perché Lui ha portato la luce di Dio e il mondo preferisce le tenebre per nascondere le sue opere malvage. Per questo c’è opposizione tra la mentalità del Vangelo e quella mondana. Seguire Gesù vuol dire seguire la sua luce, che si è accesa nella notte di Betlemme, e abbandonare le tenebre del mondo». «Anche oggi - ha rilevato il Papa - la Chiesa, per rendere testimonianza alla luce e alla verità, sperimenta in diversi luoghi dure persecuzioni, fino alla suprema prova del martirio». «Quanti nostri fratelli e sorelle nella fede - ha denunciato - subiscono soprusi, violenze e sono odiati a causa di Gesù. Oggi vogliamo pensare a loro ed essere vicini a loro con il nostro affetto, la nostra preghiera e il nostro pianto».
Jerusalem Messiah Mahdì Yerushalayim Kingdom
Jerusalem Messiah Mahdì Yerushalayim Kingdom
 burn Satana in Jesus's name! DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF!

Kurt Heinlein ] [ What do you say of Yeshua Hamashiach the Judeo/Christian Messiah ? Response in english please. ] answer [ You can not get a good vibe from me, if you came to smell in the wrong
place! You can not lock a Universal: kingdom Unius REI, in some
particular ethnic or religious category!
Because in my private life, of course, I am a Catholic
But in my public life (in political mode), I can be (without lying)
everithing love to all, "in fact,
I vibrate on all frequencies of the Holy Spirit, which is universal brotherhood!
And
 we, we can not say, that there are no saints who were atheists, saintsa
 muslims etc .. etc .. and if the Holy Spirit has aroused the saints in
all the peoples of the planet, who are we, to do the racists In my third
 Jewish Temple?
voi non potete rinchiudere un universale Unius REI, in qualche particolare categoria etnica o religiosa!
perché nella mia vita privata, certo, io sono un cattolico
ma, nella mia vita pubblica (in modalità politica), io posso essere (senza mentire) qualsiasi altra cosa,,, infatti,
io vibro su tutte le frequenze della Spirito Santo, che è la fratellanza universale!
e
 noi, noi non possiamo dire, che, non ci sono santi che sono stati atei,
 ecc.. ecc.. e se, lo Spirito Santo ha suscitato i santi in tutti i
Popoli del pianeta, chi siamo noi, per fare i razzisti nel mio Tempio
Ebraico terzo?
SHARIAH cannibals SYRIA Allah Mecca 666 Kaaba
SHARIAH cannibals SYRIA Allah Mecca 666 Kaaba
 burn Satana in Jesus's name! DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF!

Se inicia el proceso de beatificación del obispo de Pyongyang y el de otros 213 mártiresPietro KimEs un proceso “nacional” y no “diocesano”.  Hay dos grupos: los mártires asesinados entre 1785 y 1879 y aquellos de Corea moderna, asesinados entre 1901 y bajo la persecución comunista en el período de la guerra de Corea (1950-1953).  En el primer grupo está Juan Bautista Yi Byeok, asesinado por la fe junto a toda su familia.  En el segundo además del obispo de Pyongyang, quizás muerto en algún campo de concentración, está Mons.  Lázaro You: Para nuestros fieles ellos ya son santos. Seúl (AsiaNews)- La comisión especial de los obispos coreanos para las causas de los santos hizo conocer que inició el proceso nacional que llevará a la beatificación-y luego la canonización- de dos grupos de mártires: la del siervo de Dios, Juan bautista Yi Byeok y de sus 132 compañeros y la del siervo de Dios Mons.  Francisco Borja Yong-ho, primer obispo de Pyongyang y sus 80 compañeros. La comisión obtuvo del Vaticano que el proceso fuese “nacional” y no “diocesano”, dado que los mártires en examen pertenecen a diversas diócesis del país.   El primer grupo está constituido por mártires de la fe asesinados entre 1785 y 1879, durante la dinastía Joseon.  Entre ellos sobresale el nombre de Juan Bautista Yi Byeok (1754-1785), proveniente de una familia de dignatarios de corte, que se convirtió al cristianismo y luego se convirtió en uno de los primeros evangelizadores de Corea.  En el grupo están presentes también todos los miembros de su familia, condenada a causa de la fe.  Otro del cual se quiere verificar el martirio es Tomás Kim Pem-ou, muerto en exilio.  Por otro lado es cierto el martirio de Alessio Hwang Sa-yeong (1775-1801) que, según los últimos estudios debería haber sucedido con el lingchi: brazos y piernas atadas a cuatro animales deferentes haciéndolos ir en diversas direcciones hasta descuartizar el cuerpo del torturado. Todos los 133 miembros de este grupo son laicos, lo cual confirma la importancia del laicado en el nacimiento y en la difusión de la Iglesia coreana de los inicios. El segundo grupo abraza a los mártires del período moderno de Corea: algunos fueron asesinados durante la masacre de Jeju (1901); otros bajo la persecución comunista después de la guerra coreana y la división entre Norte y Sur (1950/53).  Entre los 81 del segundo grupo está también José Kim Sun-young.  Él fue enviado a China como misionero en 1930, durante el período del dominio japonés en Corea.  Luego él  no pudo volver a su patria y fue arrestado y condenado por los comunistas a 15 años de prisión.  En 1972 fue dejado libre y murió por las consecuencias de los malos tratos.  En este grupo hay dos obispos, 48 sacerdotes, tres seminaristas, siete hermanas y 21 laicos.  Entre ellos se destaca la personalidad de Mons.  Francisco Borja Hong Yong-ho (1906-¿), el primer obispo de Pyongyang, considerado “desaparecido” hasta 2013 también por el Vaticano y con toda probabilidad murió en algún campo de concentración del Norte (foto 1: la última foto junto a sus sacerdotes).  En el grupo, entre los misioneros extranjeros está la figura del delegado apostólico de Corea, Mons.  Patrick James Byrne (1888-1950).  Misionero Maryknoll estadounidense y obispo, fue raptado por los norcoreanos en Seúl y llevado al Norte con marchas forzadas.  Murió durante la deportación. Es la primera vez que el tribunal para la causa de los santos examina los casos de testigos de la fe en la época moderna.  En el pasado la iglesia coreana se había concentrado sobre todo en el período de los inicios de la evangelización en Corea. Mons.  Lázaro You Heung-sik, obispo de Daejeon y presidente de la comisión dice a AsiaNews que “se necesitarán al menos 10 años para llegar a la beatificación y la canonización, pero para nuestros fieles, estas personas son ya santas”.  Él afirmó que en el proceso es importante también “la oración de los fieles y sus deseos de seguir el espíritu de los mártires”.

Lorenzojhwh HumanumGenus ·
Figlio del Re dei Re presso Regno di Dio
Dear friends, Islam makes us afraid.
Because Islam is violent.
Because Islam is gaining us.
Because we do not know Islam.
Islam is the Koran and Muhammad.
The Koran is what Mohammed says that Allah would reveal to him.
Islam is reduced to Mohammed.
We all, including the Muslims themselves, know little or nothing Mohammed.
Dear friends, only knowing who was truly Muhammad we can understand the intrinsically violent and historically conflictual reality of Islam.
I invite you to read my new book "Muhammad and His Allah". It is a contribution to the truth to safeguard our freedom.Cari amici, l'islam ci fa paura.
Perché l'islam è violento.
Perché l'islam ci sta conquistando.
Perché non conosciamo l'islam.
L'islam è il Corano e Maometto.
Il Corano è ciò che Maometto dice che Allah gli avrebbe rivelato.
L'islam si riduce a Maometto.
Noi tutti, compresi gli stessi musulmani, sappiamo poco o nulla di Maometto.
Cari amici, solo conoscendo chi è stato veramente Maometto potremo capire la realtà intrinsecamente violenta e storicamente conflittuale dell'islam.
Vi invito a leggere il mio nuovo libro «Maometto e il suo Allah». È un contributo alla verità per salvaguardare la nostra libertà.Maometto e il suo Allah
350 pagine
A soli 10 euro
E-book
A soli 8 euroAcquistatelo su
www.magdicristianoallam.it/libri
Facebook magdicristianoallam
Twitter @magdicristiano
lorenzojhwh Unius KING the LEVIATHAN
lorenzojhwh Unius KING the LEVIATHAN58 minuti fa
Fuorionda di un eroico e grande Netanyahu: grido disperato contro il suicidio europeo:  "pazza Europa, Israele merita rispetto, rischiate di scomparire" 20.07.2017 Il premier israeliano Benjamin Netanyahu ha duramente criticato la politica europea nei confronti del governo ebraico. La dichiarazione di Netanyahu all’incontro aperto a Budapest con i premier di Ungheria, Repubblica Ceca, Slovacchia e Polonia è stata erroneamente trasmessa nelle cuffie dei giornalisti ed è finito nei media mondiali.Netanyahu è indignato dall'UE perché secondo lui questa impone continuamente condizioni politiche a Israele. Egli parla in particolare dell'associazione UE-Israele. L'accordo è stato rinviato perché Bruxelles non accetta la costruzione di insediamenti ebraici in territorio palestinese."La Russia, l'India e anche la Cina non pongono condizioni. I Paesi africani sviluppano rapporti sempre più vicini a noi. Solo la UE pone condizioni. Direi che è semplicemente una follia. Penso che questo è davvero pazzesco. Non sto parlando degli interessi di Israele. Lo dico nell'interesse dell'Europa." "Non fate danni ad un Paese occidentale che difende i valori e interessi europei, e che per giunta impedisce la migrazione di massa verso l'Europa. Smettetela di attaccare Israele e iniziare a sostenerlo".Il politico ha invitato l'UE a chiudere le frontiere ai migranti provenienti dai paesi del Medio Oriente e dell'Africa. Netanyahu ha detto che l'UE sta lentamente appassendo e che potrebbe scomparire del tutto se non cambierà il suo atteggiamento nei confronti di Israele.
lorenzojhwh Unius KING the LEVIATHAN
lorenzojhwh Unius KING the LEVIATHAN2
 burn Satana in Jesus's name! DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF!

islamici shariah sono NAZISTI, sono una minaccia globale per la comunità internazionale! ] [ A court in Azerbaijan sentenced an Israeli blogger to three years in prison on Thursday for illegally crossing the border into a separatist-controlled region of the country.
 Alexander Lapshin was detained by police in Belarus last year and extradited to Azerbaijan, where he was slapped with charges over his trip to Nagorno-Karabakh via Armenia several years ago and for insulting Azerbaijani President Ilham Aliyev.
Nagorno-Karabakh is officially part of Azerbaijan. Since a separatist war ended there in 1994, it has been under the control of forces that claim to be made up only of local ethnic Armenians but that Azerbaijan says include troops from Armenia’s military.
Lapshin’s lawyer, Eduard Chernin, told reporters after Thursday’s sentencing that his client would appeal and hopes for extradition to one of his home countries. He also holds Ukrainian and Russian citizenship.
Lapshin had sought to avoid being sent to Azerbaijan from Belarus but the Belorussian supreme court in February upheld a government decision for his extradition.

Israeli officials had sought to prevent Lapshin’s extradition, but said at the time they were not optimistic about the chances for success, as Baku officials had made it clear they had no intention of withdrawing the request.
In December, Azerbaijan issued an international arrest warrant for Lapshin on charges of “violating the state border” over several visits to Nagorno-Karabakh along the Armenian border without coordinating with the authorities in the capital, Baku.
Lapshin’s arrest in the Belorussian capital of Minsk on December 13 at the request of the Azerbaijani government coincided with a rare visit to the central Asian nation by
According to Azerbaijan’s Report AZ news agency, the General Prosecutor’s Office in Baku said that between April 2011 and October 2012, Lapshin “entered the occupied territories of Azerbaijan, promoted illegal regime in his own website… named the Nagorno-Karabakh as an independent state. He has also called on infringement of territorial integrity of internationally recognized territories of Azerbaijan.”
His wife, Ekaterina Kopylova, told the Haaretz daily in January that Israeli officials had been denied visits to him while he was in jail in Belarus and MK Ksenia Svetlova (Zionist Union) warned the Foreign Ministry that Lapshin’s life could be endangered if he was extradited.
A secular state that has long had warm relations with Israel, the overwhelmingly Muslim Azerbaijan is one of Israel’s main trading partners, buying weapons systems and providing the Jewish state with the lion’s share of its oil.
lorenzojhwh Unius KING the LEVIATHAN
lorenzojhwh Unius KING the LEVIATHAN2
 burn Satana in Jesus's name! DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF!

German Foreign Minister (the Freemasons and Satanists of the ANICRISTO SpA FED ECB Bilderberg regime: Morgan Soros Belfagor ) sees no prospect of continuing negotiations with Turkey. And that is true: Shariah Islamic people can only be executed!Ministro degli esteri tedesco (i massoni e i satanisti dell'ANTICRISTO SpA FED BCE regime Bilderberg) non vede possibilità di proseguimento negoziati con Turchia.. e questo è vero: gli islamici shariah possono soltanto essere tutti giustiziati!
lorenzojhwh Unius KING the LEVIATHAN
lorenzojhwh Unius KING the LEVIATHAN2
 burn Satana in Jesus's name! DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF!

im Yitzhak Kaduri Messiah In risposta: to aliens's straker( 20:42 20.07.2017 |
straker, non ti preoccupare social nazionalista Hitler, noi due faremo alieni contro angeli! ed io non dubito che tu? sarai tu a venire da me!
Im Yitzhak Kaduri Messiah In reply straker (20:42 20.07.2017 |
Straker, do not worry about social nationalist Hitler, we two will make aliens against angels! And I do not doubt about you? You will come to me!
lorenzojhwh Unius KING the LEVIATHAN
lorenzojhwh Unius KING the LEVIATHAN2
 burn Satana in Jesus's name! DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF!

Im Yitzhak Kaduri Messiah, In reply straker, if you do not trust your intelligence and your experience, how could God have confidence in you? (Taking for granted your respect for the natural law, and your love spread in universal law: in favor of all creatures)
In fact, intelligence is the first place in the revelation of God!im Yitzhak Kaduri Messiah, In risposta straker, se tu non hai fiducia della tua intelligenza e della tua esperienza, come Dio potrebbe avere fiducia di te? ( dando per scontato il tuo rispetto alla legge naturale, e il tuo amore diffuso nella legge universale: in favore di tutte le creature)
infatti, la intelligenza è il primo luogo della Rivelazione di Dio!
lorenzojhwh Unius KING the LEVIATHAN
lorenzojhwh Unius KING the LEVIATHAN4
 burn Satana in Jesus's name! DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF!

Jerusalem Messiah Mahdi Yerushalayim Kingdom ISRAEL & PALESTINE.
Unnamed None] Please welcome: THE TECH-GLEBA MILLENNIUM. [What do you announce the catastrophe, and then, aspect it? [Why do not you join my Kingdom of Israel? If Enlightened Pharisees best of Satana, to Return to ISRAEL Sinai Egypt, and Saudi Sinai MADIANA? The NWO must necessarily collapse!Jerusalem Messiah Mahdì Yerushalayim Kingdom
Innominabile Nessuno ] Please welcome: THE TECH-GLEBA MILLENNIUM. [ che fai annunci la catastrofe e la aspetti? [ perché non ti colleghi al mio Regno di ISRAELE? se Enlightened ritornano in ISRAEL Sinai Egiziano e Sinai Saudita MADIANA? il NWO necessariamente deve crollare!
lorenzojhwh Unius KING the LEVIATHAN
lorenzojhwh Unius KING the LEVIATHAN4
 burn Satana in Jesus's name! DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF!

Innominabile Nessuno ] Come vedi TUTTi i tuoi commenti NON vengono cancellati, non ne trovo il motivo!
Jerusalem Messiah Mahdì Yerushalayim Kingdom https://youtu.be/oYB9sT5ZW1I

hai cancellato due video, e poi, li hai ricaricati: per distruggere i miei commenti!
tu sai monto bene che dopo 640 scomuniche alla Massoneria e immani perdite di vite umane, la perdita delle monarchie cristiane,
perché la Regina Gezabele ELISABETTA UK è l'ANTICRISTO SpA Rothschild, alto tradimento il Signoraggio Bancario...
la Chiesa si è dovuta arrendere ed ha dovuto collaborare anche con i Bilderberg, per permettere che i cristiani occidentali non venissero perseguitati!
Ovviamente questa deriva massonica e modernista,
questa ostinazione del celibato ecclesiastico, e quindi penuria di vocazioni,...  che sta producendo tanto scandalo non è condivisibile!
che cosa secondo te, non rende a me più appetibili i tuoi video?
lorenzojhwh Unius KING the LEVIATHAN
lorenzojhwh Unius KING the LEVIATHAN4
 burn Satana in Jesus's name! DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF!

The world of SATANA ALLAH the Communist Masonic Pharisee, he hates Christians. Martyrdom as an inevitable destiny, infinite persecution against those who bring "a scandalous message" to today's reality. "It's like staying in the catacombs" April 14, 2017 at 11:02
THE WORLD HATES CHRISTIANS "How can our Christian brothers stand for such a manifest manifestation of evil that, although partially defeated, has left consequences beyond the purely human dimension?" Asked the bishop of Carpi, Francesco Cavina , While for the same time in recent years plagued by the fury of the caliphate horde, he set foot on Nineveh's plain, where the Aramaic of Jesus was still spoken. Celebrating the Eucharist in Qaraqosh's Socratic Catholic Cathedral, devastated by the advance A jihadist and only a few weeks away, a small posthumous altar, a cross, two candles, just enough for a mass in the church turned into a shooting range from the caliphs of Caliph Abu Bakr to Baghdadi who in their retreat gave fire to the furnishings Sacred, as the last shyness.
"The excitement to celebrate in this place is comparable to what is being felt when it is celebrated in the catacombs in Rome, a place where martyrs are burial. Here you can touch on what they have to suffer the Christians of Iraq in order to remain faithful to their faith, "added Cavina. And it is equally understandable, "that Christians should face the terrible question for themselves and their children: 'What will be of us? Today we save life, but tomorrow? How can we be able to return to our homes, provided they can be rebuilt, unless the right to live peacefully in our land is recognized? " Questions that displaced people of the Nineveh plaza, driven out of their homes by the Nazarene brand, circulate on a daily basis. Temporary accommodation in Kurdistan is fine, the reception is good, curtains and containers are enough to cope with the emergency that has now become normal. But the scars left by that obvious evil will remain. However, it is likely to limit the problem to the contingent, declining the count of new martyrs on a purely geopolitical background. "I believe that the motive of persecution should be sought in the fact that in a world like ours who tries to impose in a single mode a single thought, Christians with all their inconsistencies are an originality that becomes unbearable," says Mons . Francesco Cavina. "I was struck by the fact that in the breviary of yesterday there was an antiphon saying" Say the wicked: we oppose the right. He is against our works. ' This prayer, in my opinion, explains much of the persecution against Christians. The world does not accept our works, ours is a message that goes against dominant thought. I think - the Bishop of Carpi adds - that the Letter to Diogneto is of great relevance, because it clarifies how the world relate to Christians. They do good, have children, and do not repudiate their children. But they all love it, but they are all persecuted. Precisely because their way of life, the message they propose goes against this unique thought expressed in so many forms. "
Celebrate Mass in the destroyed cathedral of Qaraqosh, on the plain of Nineveh, Iraq. An altar and a cross are enough
Father Pierbattista Pizzaballa, when he was still guardian of the Holy Land, told this newspaper that returning to the coexistence of a time when Muslims and Christians were peaceful neighbors would be difficult, not to say impossible. "It will take a long time and several generations to recover the kind of coexistence before the war," he explained. "I am convinced that we have to talk, either because without dialogue we are over and because dialogue is meeting each other and an integral part of my life of faith. But it must be done in truth. I do not know - the Franciscan Friar added - if one can talk between the faiths. I think no. But you can talk to believers and share faith experiences. This must be done. I can not believe there are a billion and a half people with whom I can not get in touch. It's an aberration to think about this. We must do it, but in mutual respect, in truth. On this one can not translate ".
lorenzojhwh Unius KING the LEVIATHAN
lorenzojhwh Unius KING the LEVIATHAN5
 burn Satana in Jesus's name! DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF!

Il mondo di SATANA ALLAH il comunista massone fariseo, lui odia i cristiani. Il martirio come destino ineluttabile, la persecuzione infinita contro chi porta “un messaggio scandaloso” per la realtà di oggi. “E’ come stare nelle catacombe” 14 Aprile 2017 alle 11:02
IL MONDO ODIA I CRISTIANI "Come potranno i nostri fratelli cristiani resistere a una manifestazione così evidente del male che, anche se in parte sconfitto, ha lasciato delle conseguenze che superano la dimensione puramente umana?”, si chiedeva il vescovo di Carpi, Francesco Cavina, mentre per l’ennesima volta in questi anni piagati dalla furia dell’orda califfale metteva piede nella piana di Ninive, dove si parla ancora l’aramaico di Gesù. Celebrando l’eucaristia nella cattedrale siro-cattolica di Qaraqosh, devastata dall’avanzata jihadista e solo da poche settimane liberata. Un piccolo altare posticcio, una croce, due candele. Tanto basta per una messa nella chiesa trasformata in un poligono di tiro dagli sgherri del califfo Abu Bakr al Baghdadi, che nella loro ritirata hanno dato fuoco agli arredi sacri, come ultimo sfregio.
“L’emozione di celebrare in questo luogo è paragonabile a quella che si prova quando si celebra nelle catacombe a Roma, luogo di sepoltura dei martiri. Qui si può toccare con mano cosa hanno dovuto patire i cristiani dell’Iraq per poter restare fedeli alla propria fede”, aggiungeva Cavina. Ed è altrettanto comprensibile, “che i cristiani si pongano il terribile interrogativo per sé e per i propri figli: ‘Che ne sarà di noi? Oggi abbiamo salva la vita, ma domani? Come sarà possibile tornare nelle nostre case, ammesso che si possano ricostruire, se non ci viene riconosciuto il diritto di vivere in pace nella nostra terra?”. Domande che tra gli sfollati della piana di Ninive, cacciati dalle loro case con il marchio di nazareno, circolano quotidianamente. La sistemazione provvisoria in Kurdistan va bene, l’accoglienza è ottima, tende e container bastano per ora a far fronte all’emergenza che ormai è divenuta normalità. Ma le cicatrici lasciate da quel male così evidente resteranno. Si rischia però di limitare il problema al contingente, declinando la conta dei nuovi martiri su uno sfondo meramente geopolitico. “Io credo che il motivo della persecuzione vada ricercato nel fatto che, in un mondo come il nostro che tenta di imporre in tante modalità un pensiero unico, i cristiani con tutte le loro incoerenze rappresentano una originalità che diventa insopportabile”, dice al Foglio mons. Francesco Cavina. “Mi ha colpito che nel breviario di ieri ci fosse un’antifona che recita ‘Dissero gli empi: opprimiamo il giusto. Egli è contro le nostre opere’. Questa preghiera, secondo me, spiega molto della persecuzione contro i cristiani. Il mondo non accetta le nostre opere, il nostro è un messaggio che va contro il pensiero dominante. Penso – aggiunge il vescovo di Carpi – che la Lettera a Diogneto sia di grande attualità, perché chiarisce il modo di rapportarsi del mondo nei confronti dei cristiani. Essi fanno del bene, hanno figli e non ripudiano i loro bambini. Amano tutti però vengono da tutti perseguitati. Proprio perché il loro modo di vivere, il messaggio che propongono va contro questo pensiero unico che si esprime in tante forme”.
Celebrare la messa nella cattedrale distrutta di Qaraqosh, nella piana di Ninive, in Iraq. Bastano un altare e una croce
Padre Pierbattista Pizzaballa, quand’era ancora custode di Terra Santa, diceva a questo giornale che tornare alla convivenza d’un tempo, quando musulmani e cristiani erano pacifici vicini di casa, sarà difficile, per non dire impossibile. “Ci vorranno molto tempo e diverse generazioni per recuperare il tipo di coesistenza precedente la guerra”, spiegava. “Io sono convinto che si debba dialogare, sia perché senza dialogo siamo finiti sia perché il dialogo è incontro con l’altro e parte integrante della mia vita di fede. Ma deve essere fatto nella verità. Non so – aggiungeva il frate francescano – se si possa dialogare tra le fedi. Io penso di no. Però si può dialogare tra credenti e condividere le esperienze di fede. Questo si deve fare. Non posso credere che vi sia un miliardo e mezzo di persone con le quali non posso entrare in relazione. E’ una aberrazione pensare questo. Dobbiamo farlo, ma nel rispetto reciproco, nella verità. Su questo non si può transigere”.
lorenzojhwh Unius KING the LEVIATHAN
lorenzojhwh Unius KING the LEVIATHAN5
 burn Satana in Jesus's name! DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF!

Burn ALLAH and his SATANA: in Jesus' Name, Amen Alleluia, Drink Your Poison Made By Yourself] World Watch Monitor [blood of Jesus of Bethlehem is for your release, you will be released! Release the prisoners!
My ISRAEL] the maomethane shariah, they told me, that my words are not as effective as their scythe shot! "Screams cries," the Muslim told me, "so much it will not do to anything!"
  Human sacrifice FED IMF NWO: 666 Cremation of Care, amen. Burn Satan Allah: in Jesus' name! Amen alleluia
 burn ALLAH and his SATANA: in Jesus's name, amen alleluia, drink your poison made by yourself ] World Watch Monitor [ sangue di Gesù di Betlemme, è per la tua liberazione, amen tu sii liberato! liberate i prigionieri!
my ISRAEL ] i maomettani shariah, loro  mi hanno detto, che le mie parole non sono così efficaci, come un loro colpo di scimitarra! "grida grida" mi hanno detto il musulmano: "tanto non servirà a niente!"
 Human sacrifice FED IMF NWO: 666 Cremation of Care, amen.  burn Satana Allah: in Jesus's name! amen alleluia
lorenzojhwh Unius KING the LEVIATHAN
lorenzojhwh Unius KING the LEVIATHAN5
 burn Satana in Jesus's name! DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF!

my JHWH ] perché si aspettano che devo essere cafone, e perché si meravigliano se sono gentile con le persone?
lorenzojhwh Unius KING the LEVIATHAN
lorenzojhwh Unius KING the LEVIATHAN5
 burn Satana in Jesus's name! DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF!

To you upthere can you not write in ENGLISH... Good heavens it is easy.. [ answer ]
SORRY MY FRIEND
HOW DO YOU WANT ME to translate google? You too can do it!
But if some translation is difficult for you
You can ask me, and for it and I will do it for you
I have too much work and I can not translate everything!
SORRY MY FRIEND
COME DEVO METTERE io in translate google? anche tu puoi farlo!
ma, se qualche traduzione ti è difficile
tu lo puoi chiedere ed io per te lo faròio ho troppo lavoro e non riesco a tradurre tutto!
lorenzojhwh Unius KING the LEVIATHAN
lorenzojhwh Unius KING the LEVIATHAN5
 burn Satana in Jesus's name! DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF!

Lorenzojhwh HumanumGenus · Figlio del Re dei Re at Regno di Dio ] The numbers of the extermination of Christians, IN THE ARAB ALL ALL SHARIAH ISLAMS WILL MEET YOU! 11,500 deaths and 13,000 churches destroyed by Islamists in Nigeria, February 24, 2016 The numbers of the extermination of Christians, Seventeen thousand five hundred Christians killed; 13 thousand churches destroyed or forced to close; Thousands of economic activities, property and homes of Christians deleted. This is the balance of violence in northern Nigeria and the so-called Middle Belt according to the "Crushed but not Defeated" report of the Open Doors organization. Because of the violence, the report states in some areas of Nigeria "the Christian presence has been virtually deleted". The Bomb Haram is not only Boko Haram: "Not only radical Islam, Boko Haram is the best-known example, but also Muslim Hausa-Fulani breeders and the Muslim political and religious elite of the north are the main actors of violence aimed at Hitting the Christian minority. "
The aim of these massacres is to change the religious and demographic geography of the African continent. This tells us the numbers of the extermination. According to Philip Jenkins, one of the top experts in Christianity, "Nigeria is playing the balance between Islam and Christianity". You want to overthrow the historic division line, along the sixteenth parallel, from Senegal to Somalia. Nigeria is the laboratory of this experiment, being an immense patchwork of beliefs. If mass assassination passes there, the whole continent will change. So from northern Nigeria through Sudan, sharia has become the source of law. To say it with the Catholic bishop of Nomadi, Hyacinth Egbebo, "If Nigeria falls into Islamist hands, all of Africa will be at risk." All those dead and those raised on the ground testify to him.I numeri dello sterminio dei cristiani, NELLA LEGA ARABA TUTTI GLI ISLAMICI SHARIAH NE RISPONDERANNO! 11.500 morti e 13mila chiese distrutte dagli islamisti in Nigeria, 24 Febbraio 2016 I numeri dello sterminio dei cristiani, Undicimila cinquecento cristiani uccisi; 13mila chiese distrutte o costrette a chiudere; migliaia di attività economiche, proprietà e case di cristiani cancellate. E’ questo il bilancio delle violenze nel nord della Nigeria e nella cosiddetta Middle Belt secondo il rapporto “Crushed but not Defeated” dell’organizzazione Open Doors (Porte Aperte). A causa delle violenze, afferma il rapporto, in alcune aree della Nigeria “la presenza cristiana è stata virtualmente cancellata”. I carnefici non sono soltanto di Boko Haram: “Non solo islam radicale, Boko Haram ne è l’esempio più noto, ma anche allevatori musulmani Hausa-Fulani e l’élite musulmana politica e religiosa del nord sono attori principali della violenza che mira a colpire la minoranza cristiana”.
L’obiettivo di queste stragi è cambiare la geografia religiosa e demografica del continente africano. Questo ci dicono i numeri dello sterminio. Secondo Philip Jenkins, uno dei massimi esperti di cristianità, “è in Nigeria che si gioca l’equilibrio fra islam e cristianesimo”. Si vuole abbattere la storica linea di divisione, lungo il sedicesimo parallelo, dal Senegal alla Somalia. La Nigeria è il laboratorio di questo esperimento, essendo un immenso patchwork di fedi. Se l’assassinio di massa passa lì cambierà l’intero continente. Così dalla Nigeria settentrionale passando per il Sudan, la sharia è diventata la fonte del diritto. Per dirla con il vescovo cattolico di Nomadi, Hyacinth Egbebo, “se la Nigeria cade nelle mani islamiste, tutta l’Africa sarà a rischio”. Tutti quei morti e quelle chiese rase al suolo lo testimoniano.
lorenzojhwh Unius KING the LEVIATHAN
lorenzojhwh Unius KING the LEVIATHAN5
 burn Satana in Jesus's name! DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF!

morti e quelle chiese rase al suolo lo testimoniano. Tag: cristiani medio oriente, cristiani perseguitati, nigeria, islam, religione Articoli Correlati I numeri della persecuzione anticristiana. In 500 milioni non possono professare la loro fede Non sarà un hashtag a salvare le ragazze rapite da Boko Haram L’arcivescovo di Aleppo contro i presuli europei: “Davanti alla minaccia islamista fanno i politicamente corretti” “Il genocidio contro i cristiani si ferma con gli eserciti sul terreno”. Parla il Patriarca di Antiochia dei siri, Younan   Lo sterminio dei cristiani "Qui ad Aleppo non abbiamo più nulla, ma non ci arrenderemo" Cristiani, gay e donne non sono benvenuti nei campi profughi   "Nessun genocidio contro i cristiani in Siria e Iraq", per la Casa Bianca è questione di cavilli legali   “Quello dei cristiani in medio oriente è genocidio”. La Camera Usa chiede a Obama di non tentennare   Prima le nozze forzate, poi lo stupro. Il destino di una cristiana a Mosul   I numeri della persecuzione anticristiana. In 500 milioni non possono professare la loro fede Non sarà un hashtag a salvare le ragazze rapite da Boko Haram   L’arcivescovo di Aleppo contro i presuli europei: “Davanti alla minaccia islamista fanno i politicamente corretti”   “Il genocidio contro i cristiani si ferma con gli eserciti sul terreno”. Parla il Patriarca di Antiochia dei siri, Younan   Lo sterminio dei cristiani   "Qui ad Aleppo non abbiamo più nulla, ma non ci arrenderemo" Ecco un mondo di vegani, astemi, asessuati e non fumatori. È l'Alba dei morti viventiNella città ... Storie di gente che si sta già trasferendo verso una città dove le case costano la metà, le ..."Milano: la nuova ... San Giacomo, proteggi questo maestro di lingua e di vita i cui libri dovrebbero essere ...Preghiera per Enrico ... Il polacco della Bora viene ripreso a trecento metri dall'arrivo dopo oltre duecento ...Al Tour Kittel smonta ... La marcia di Max è in una sigla: Mdp, Massimo D'Alema premie... Al direttore - Cassano: se me lo chiede la Puglia… Giuseppe... Ahinoi, c’è crollata pure Ratisbona Adesso resta soltanto che sono almeno 547 i bambini che,...
lorenzojhwh Unius KING the LEVIATHAN
lorenzojhwh Unius KING the LEVIATHAN6
 burn Satana in Jesus's name! DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF!

with my creative faith? io posso fare del male a criminali in tutto il mondo!
I can hurt criminals all over the world!
lorenzojhwh Unius KING the LEVIATHAN
lorenzojhwh Unius KING the LEVIATHAN6
 burn Satana in Jesus's name! DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF!

METTERE  a tacere il satanismo del GENDER
lorenzojhwh Unius KING the LEVIATHAN
lorenzojhwh Unius KING the LEVIATHAN6
 burn Satana in Jesus's name! DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF!

La Nasa ammette di spruzzare i cittadini con scie chimiche velenose 01.10.2016( Per anni il governo federale e non solo hanno etichettato come complottisti coloro che manifestavano preoccupazione per le sostanze chimiche spruzzate sulle popolazioni, le scie chimiche, ma l’agenzia spaziale nazionale ha appena ammesso che i “complottisti” avevano ragione al 100 percento.
Come riporta The Waking Times, uno scienziato della NASA ha ammesso che la sua agenzia sta mettendo nei gas di scarico dei razzi il litio (ascoltate qui ), che successivamente viene disperso nell'atmosfera. Non solo, il rilascio di litio è in corso sin dagli anni settanta, come ammette Rowland nel video, che è la registrazione di una telefonata.
Benché secondo Rowland il litio non sia dannoso per l'ambiente, questa sostanza è stata usata per decenni come farmaco psichiatrico. Funziona alterando i livelli di serotonina e di norepinefrina che sono secreti dal sistema endocrino umano. Il litio altera fortemente gli schemi cerebrali, ma nella registrazione Rowland afferma che "non è pericoloso."
La realtà è che anche i medici che lo prescrivono regolarmente per ragioni psichiatriche non capiscono come funzioni, o quali siano i dosaggi ottimali. Perciò come si può pensare che spruzzare grandi quantità di questa sostanza in modo indiscriminato nell'atmosfera possa essere una cosa positiva?
Tutto in nome della scienza
Ecco la spiegazione della NASA. Sul sito web dell'agenzia, si dichiara che la NASA effettua il rilascio del litio per studiare il movimento del vento nell'alta atmosfera, al fine di analizzare i dati sul gas caricato o ionizzato (chiamato plasma) e sul gas neutrale attraverso il quale transita.
La Terra vista dallo spazio
© Foto: Roscosmos
Forze aeree USA si apprestano a bombardare l'atmosfera con il plasma
L'agenzia afferma che le variazioni contano, poiché tutti i GPS e i satelliti per le telecomunicazioni inviano i propri segnali attraverso la ionosfera, e "una ionosfera disturbata si traduce in segnali disturbati," per questo è necessario sapere cosa fa agire la ionosfera in determinati modi.Oltre al litio psicotropo, altri hanno provato la somministrazione di vaccini via aerosol — l'irrorazione di vaccini per via aerea sulle popolazioni a loro insaputa e senza la loro autorizzazione — come riporta questo abstract. Diverse migliaia di persone sono state vaccinate tramite aerosol "per molti anni" in Russia con "ceppi vivi attenuati contro molte malattie." Inoltre, sono state condotte vaste sperimentazioni sul campo in Sudamerica usando il vaccino vivo attenuato del morbillo, definite molto positive. Buoni risultati sono stati riportati anche utilizzando un aerosol per vaccinare contro l'influenza A.
Medicina
© AFP 2017/ BRENDAN SMIALOWSKI
Medicina contro l'influenza può fermare le metastasi del cancro
"L'introduzione del vaccino per via aerea, che ripercorre meglio la via naturale di molte infezioni, potrebbe portare allo sviluppo dell'immunità al portale d'ingresso, e potrebbe anche indurre una difesa più generalizzata," sostengono i ricercatori.
Lo studio ha anche rilevato che il metodo ottimale di vaccinazione per aerosol è attraverso il naso, che è considerato migliore per le popolazioni pediatrica e geriatrica.
"In conclusione possiamo affermare che l'immunizzazione tramite aerosol appare un metodo di vaccinazione promettente," concludono gli autori dello studio.Cavie
Quanto al litio, non è un farmaco che dovrebbe essere spruzzato nell'atmosfera perché, ribadiamo, medici e scienziati non sanno realmente quali dosi siano efficaci e quali siano eccessive.Rowland, nella sua conversazione registrata, ha promesso di rispondere alle domande specifiche che dovesse ricevere via email. Ha anche detto che l'agenzia spaziale accoglie con favore queste richieste provenienti da cittadini comuni visto che informare la gente è una delle missioni fondamentali della NASA.Se questo è vero, allora perché gli altri funzionari governativi che lavorano presso agenzie chiave hanno obbligo di silenzio sulle discussioni riguardanti le scie chimiche?Se non siete ancora pronti per credere che il governo americano sia capace di spargere litio attraverso le scie chimiche, questo documento pubblico — Codice 840 RMMO dal Range and Mission Management Office della base di Wallops — dovrebbe mettere a tacere ogni vostro dubbio. Esso definisce espressamente in una dichiarazione di missione del 2013 che lo "scopo" del lancio è "testare i metodi di caricamento dei fusti di litio" da trasportare in missioni successive.
I risultati? "I dati termistore sono risultati nominali. Rapporto positivo dalla piattaforma ottica aerea delle immagini video e delle nuvole di litio visibili anche tramite osservazione da terra."
Il governo degli Stati Uniti ha trattato gli americani come cavie nel passato; sarebbe semplicemente ingenuo pensare che questa prassi sia stata interrotta.
J. D. Heyes
Fonte: sapereeundovere.com
lorenzojhwh Unius KING the LEVIATHAN
lorenzojhwh Unius KING the LEVIATHAN6
 burn Satana in Jesus's name! DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF!

Garry pollack
Alcune persone pensano che stia parlando in lingue ... ma tutti in Sicilia lo capiscono!
Some people think im is speaking in tongues...but everyone in Sicily understands him!
ANSWER
my Friend, the word? It's not my only form of communication! I can speak in a spiritual way to all mankind!
amico la parola? non è la mia unica forma di comunicazione! io posso parlare in modalità spirituale a tutto il genere umano!
lorenzojhwh Unius KING the LEVIATHAN
lorenzojhwh Unius KING the LEVIATHAN7
 burn Satana in Jesus's name! DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF!

im Yitzhak Kaduri Messiah • 3 minutes agoThere is no European who can imagine how the threat of ARABA LEGA sharia, can be mortal.
Also because there is no one who studies history well in the West!
BERLIN, JUNE 20 - "We have had a lot of patience with our friends and allies, although it has not always been easy."
Sigmar Gabriel said in Berlin. "We have always been disappointed, and there has always been a new escalation," explained the German foreign minister. "Now we must have a new orientation in Turkey's policy and clarify that this policy is not without consequences," he concluded. Gabriel added that warnings from German foreign ministers in Turkey by the Foreign Ministry will be strengthened: "All German citizens," explained the risk of being arrested.non esiste un europeo che può immaginare come può essere terribile la minaccia della LEGA ARABA..
anche perché non c'é nessuno che studia bene la storia in Occidente!
BERLINO, 20 LUG - "Abbiamo avuto molta pazienza con i nostri amici e alleati, anche se non è sempre stato facile".
Lo ha detto Sigmar Gabriel a Berlino. "Siamo stati sempre delusi, e c'è stata sempre una nuova escalation", ha spiegato il ministro degli esteri tedesco. "Ora dobbiamo avere un nuovo orientamento nella politica sulla Turchia e chiarire che questa politica non è senza conseguenze", ha concluso. gabriel ha aggiunto che gli avvisi ai viaggiatori tedeschi in Turchia da parte del ministero degli Esteri verranno rafforzati: "tutti i cittadini tedeschi", ha spiegato corrono il rischio di essere arrestati. into islamic Turkish and Islamic Shariah in general, have become accustomed to the genocide of the Armenians, and for these Islaamic exterminators? The blood of others is sweet!
Azerbaijan condemned a Russian-Israeli blogger, [I do not like it when the satanists of CIA 666 UK, should update the page on facebook to make me lose my job! ] 20.07.2017 For visiting the republic of Nagorno-Karabakh. An Azerbaijani capital court in Baku condemned Russian-Israeli blogger Alexander Lapshin to a 3-year prison sentence for visiting the Nagorno-Karabakh republic. Sputnik correspondent told him. Lapshin was arrested in Belarus in December 2016 and extradited to Azerbaijan in February. He is accused of violating border control rules in the Nagorno-Karabakh separatist region in mid-2015, as well as "openly appealing to the State of Azerbaijan."turchi ed islamici shariah in genere, si sono abituati a fare il genocidio degli Armeni, e per questi sterminatori islaici? il sangue degli altri è dolce!
Azerbaigian, condannato un blogger russo-israeliano, [ non mi piace, quando i satanisti di CIA 666 UK, loro mi debbano aggiornare la pagina in facebook per farmi perdere il mio lavoro! ] 20.07.2017 Per aver visitato la repubblica del Nagorno-Karabakh. Un tribunale della capitale azera di Baku ha condannato il blogger russo-israeliano Alexander Lapshin a 3 anni di carcere per aver visitato la repubblica del Nagorno-Karabakh. Lo ha riferito un corrispondente di Sputnik. Lapshin è stato arrestato in Bielorussia nel dicembre 2016 ed estradato in Azerbaigian a febbraio. È accusato di aver violato le regole del controllo delle frontiere verso la regione separatista di Nagorno-Karabakh a metà del 2015, nonché di "appellarsi apertamente allo Stato dell'Azerbaigian".
lorenzojhwh Unius KING the LEVIATHAN
lorenzojhwh Unius KING the LEVIATHAN7
 burn Satana in Jesus's name! DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF!

Alfano the idiotic giulivo, he has no awareness of the real threat, attention to the Osce to the Mediterranean
Italian Presidency Priority, Hence Greater Threats
Alfano il giulivo idiota, lui non ha nessuna consapevolezza della minaccia reale, attenzione Osce a Mediterraneo
Priorità presidenza italiana, da lì minacce più gravi
lorenzojhwh Unius KING the LEVIATHAN
lorenzojhwh Unius KING the LEVIATHAN7
 burn Satana in Jesus's name! DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF!

im Yitzhak Kaduri Messiah Mickey Oberman • For the great love for God and for mankind,
In my youth, because of my creative faith.
I have had from God the gifts of every charism,
So I was exorcist, healer, mystic, prophet, etc.
But I could not become this way, an example of virtue, for all men on the planet!
For 30 years, always because of my creative faith: I have decided to become a rationalist, but, I never thought, that I would have to fight, in youtube against all Satan priests of the NWO FED IMF masonic system CIA and NATO.
That is why, for to save mankind from destruction a islamic satanism shariah
I decided that I had to become Messiah and Mahdi
So I said to God, "Can I do it?"
And God JHWH Almighty, he did not talk to me, but he did with his hand, did a gesture: "You sit next to me, on my Throne!"
For a flash of fraction:
I've seen a boy of about 22 years!
And since I am a rational agnostic I do not like to talk about religion with people,
But, I speak only rationally ..
So pray not to ask me more questions about God and religion!
In fact, I can base the metaphysics of universal brotherhood only rationally,
I can face all the problems of the world, starting from a rational agnostic foundation!
... but, this is your truth, in fact, you are not convinced that atheism is true!per il grande amore per Dio e per il genere umano,
nella mia giovinezza, a motivo della mia fede creativa.
io ho avuto da Dio i doni di ogni carisma,
quindi sono stato esorcista, guaritore, mistico, profeta, ecc..
ma, non potevo diventare in questo modo, un esempio di virtù, per tutti gli uomini del pianeta!
da 30 anni circa, sempre a motivo della mia fede creativa: io ho deciso di diventare un agnostico razionale, mai avrei pensato che mi sarei dovuto scontrare in youtube contro tutti i sacerdoti di satana del NWO CIA e NATO..
ecco perché per salvare dalla distruzione il genere umano
io ho deciso che dovevo diventare il Messiah e Mahdì
quindi io ho detto a Dio: "posso farlo?"
e Dio JHWH Onnipotente, lui non mi ha parlato, ma mi ha fatto con la mano, un gesto: "tu siedi accanto a me, sul mio Trono!"
per un lampo di frazione:
io ho visto un ragazzo di circa 22anni!
e poiché io sono un agnostico razionale io non amo parlare di religione con le persone,
ma, io parlo soltanto razionalmente..
quindi sei pregato di non farmi più domande circa Dio e la religione!
infatti, io posso fondare la metafisica della fratellanza universale,
io posso affrontare tutte le problematiche del mondo partendo unicamente da un fondamento agnostico razionale!
... questa è la verità, in realtà, tu non sei convinto che l'ateismo è vero!
lorenzojhwh Unius KING the LEVIATHAN
lorenzojhwh Unius KING the LEVIATHAN7
 burn Satana in Jesus's name! DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF!

Mickey Oberman said: Once again words with no meaning.
Ancora una volta parole senza significato. [ ANSWER ]
YOU ARE NOT in guilty Because, you do not believe in me, that is, I said i have an "eternal position" and I have a 24/24 relationship with JHWH holy, in the FAITH! And you are not even guilty of NOT being able to believe in God! No! But you are guilty because, you persist in not understanding that only God could be the only intelligent reason: for the creation of the Universe, as the is for creation  of a single cell: of a yarn of grass, since you You can not do this again in the lab, that is, starting from mineral elements, to make a plant cell! In fact, life can only be a miracle of love, that is why, you are, that, you have no meaning, and, your life has been useless! In fact you have preferred to believe (have faith) that there is nothing, instead of believing (having FEDE) that everything exists!
That's why you're a defeated, failed and sad man! ... and unfortunately for you, biological death will drop you to hell!
Best for you, that you were never conceived!
TU NON SEI COLPEVOLE PERCHé, tu NON credi in me, cioè, che io ho una "posizione eterna" e io ho una relazione 24/24 con JHWH holy, nella FEDE! e non sei neanche colpevole per non saper credere in Dio! no! ma, tu sei colpevole perché, tu ti ostini a non capire che soltanto Dio potrebbe essere l'unico motivo intelligente: per la creazione dell'Universo, come il CReatore di una sola cellula: di un filo d'erba, dato che, tu ancora questo non lo puoi fare in laboratorio, cioè, partendo da elementi minerali, per realizzare una cellula vegetale! infatti, la vita può essere soltanto un miracolo di amore, ecco perché, sei tu, che, tu non hai un significato, e la tua vita è stata inutile! infatti tu hai preferito credere (avere fede) che non esiste niente, invece di credere (avere FEDE) che esiste il tutto!
ecco perché tu sei un uomo sconfitto, fallito e triste! ... e purtroppo per te, la morte biologica ti farà cadere all'inferno!
meglio per te, che tu non fossi mai stato concepito!
lorenzojhwh Unius KING the LEVIATHAN
lorenzojhwh Unius KING the LEVIATHAN8
 burn Satana in Jesus's name! DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF!

Satanist Senator John McCain, a war hero, a calunniator, assassin, diffuser and creator of al-Qaeda and ISIS, is close friend of Israel the mason Talmud, idol jealousy, has been diagnosed with a brain tumor.
Must have breathed depleted uranium that he do breathes even to NATO soldiers!
   Has been diagnosed with an aggressive type of brain tumor ... and is now waiting for the go down in Hell INFERNO where Satan will say, "You were a bad guy!"Il senatore satanista John McCain, un eroe di guerra, un calunniatore, assassino, diffusore e creatore di al-Qaeda e ISIS, è amico di Israele il massonista Talmud, gelosia dell'idolo, è stato diagnosticato un tumore al cervello.
Deve aver respirato l'uranio impoverito che fa respirare anche ai soldati della NATO!
    È stato diagnosticato un tipo aggressivo di tumore al cervello ... e ora sta aspettando che scenda nell'Inferno INFERNO dove Satana dirà: "Tu eri un cattivo ragazzo!"
lorenzojhwh Unius KING the LEVIATHAN
lorenzojhwh Unius KING the LEVIATHAN8
 burn Satana in Jesus's name! DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF!

Luigi Rosolin im Yitzhak Kaduri Messiah • Ma di cosa parlate? Che commenti sono questi?

    im Yitzhak Kaduri Messiah Luigi Rosolin • io sono l'uomo metafisico Unius REI, come descrisse di me:
    Hermes Trismegistus, quindi, io posso parlare con te, con Israele, con Dio JHWH, con Satana, e con chi voglio, perché non esiste qualcosa che possa essere invisibile per me! .. e se non ci credi? non fa niente!    PERTANTO nella Tavola Smeraldina (Tabula Smaragdina) si parla della mia funzione benefica al servizio di tutto il genere umano, ma, nulla si dice circa le possibilità della mia FEDE CREATIVA!
lorenzojhwh Unius KING the LEVIATHAN
lorenzojhwh Unius KING the LEVIATHAN8
 burn Satana in Jesus's name! DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF!

Luigi Rosolin im Yitzhak Kaduri Messiah •  Ma di cosa parlate? Che commenti sono questi?

    im Yitzhak Kaduri Messiah to Luigi Rosolin •  Hold on, this is waiting to be approved by https://worldisraelnews.com.
    io sono l'uomo metafisico Unius REI, come descrisse di me:
    Hermes Trismegistus, quindi, io posso parlare con te, con Israele, con Dio JHWH, con Satana, e con chi voglio, perché non esiste qualcosa che possa essere invisibile per me! .. e se non ci credi? non fa niente!
    Sayyid Ahmed Amiruddin ha sottolineato che Hermes Trismegistus ha un ruolo importante nella tradizione islamica. Scrive: "Hermes Trismegistus è menzionato nel Corano nel versetto 19: 56-57:" Mettiti nel Libro, Idris, che era veritiero, un profeta, lo abbiamo portato in un luogo alto "». Sayyid Ahmed Amiruddin has pointed out that Hermes Trismegistus has a major place in Islamic tradition. He writes, "Hermes Trismegistus is mentioned in the Quran in verse 19:56-57:'Mention, in the Book, Idris, that he was truthful, a prophet. We took him up to a high place'". The Jabirian corpus contains the oldest documented source for the Emerald Tablet of Hermes Trismegistus, translated by Jābir ibn Hayyān (Geber) for the Hashemite Caliph of Baghdad Harun al-Rashid the Abbasid. In questi scritti, Hermes Trismegistus è identificato come Idris, il profeta infallibile che ha viaggiato nello spazio esterno dall'Egitto e al cielo, da dove ha riportato Adamo e la Pietra Nera quando è sbarcato sulla terra in India. In these writings, Hermes Trismegistus is identified as Idris, the infallible Prophet who traveled to outer space from Egypt, and to heaven, whence he brought back Adam and the Black Stone when he landed on earth in India.
    PERTANTO nella Tavola Smeraldina (Tabula Smaragdina) o Tavola di Smeraldo
    di Ermete Trismegisto (Hermes Trismegistos) si parla della mia funzione benefica al servizio di tutto il genere umano, ma, nulla si dice circa le possibilità della mia FEDE CREATIVA!
    È vero senza errore e menzogna, é certo e verissimo.
    Ciò che è in basso è come ciò che è in alto, e ciò che è in alto è
    come ciò che è in basso, per compiere i miracoli della Cosa-Una (di una
    cosa sola).
    Come tutte le cose sono sempre state e venute dall'Uno, per mediazione
    dell’Uno, così tutte le cose nacquero da questa Cosa Unica per
    adattamento.
    Il Sole ne è il padre, la Luna ne è la madre, il Vento l’ha portata nel suo ventre, la Terra è la sua nutrice.
    Il padre di tutto, il Telesma di tutto il mondo è qui.
    La sua potenza è illimitata se viene convertita in terra.
    Separerai la Terra dal Fuoco, il Sottile dal Denso, delicatamente, con grande cura.
    Ascende dalla terra al cielo e ridiscende in terra raccogliendo le forze delle cose superiori ed inferiori.
    Tu avrai così la gloria di tutto il mondo e fuggirà da te ogni oscurità.
    Qui consiste la Forza forte di ogni Forza, perché vincerà tutto quel che è sottile e penetrerà tutto quello che è solido.
    Così fu creato il mondo. Da ciò deriveranno innumerevoli adattamenti mirabili il cui segreto sta tutto qui.
    Pertanto io fui chiamato Ermete Trismegisto, possessore delle tre parti della Filosofia di tutto il mondo.
    Ciò che dissi sull’opera del Sole è perfetto e completo.
    Ermete Trismegisto
    Versione in latino
    Verum sine mendacio, certum et verissimum.
    Quod est inferius est sicut quod est superius, et quod est
    superius est sicut quod est inferius ad perpetranda miracola Rei Unius.
    Et sicut omnes res fuerunt Uno, meditatione Unius: sic omnes res natae
    fuerunt ab hac Una re adaptatione. Pater eius est Sol, mater eius Luna.
    Portavit illud ventus in ventre suo. Nutrix eius terra est. Pater omnis
    telesmi totius mundi est hic. Vis eius integra est, si versa fuerit in
    terram. Separabis terram ab igne, subtile a spisso, suaviter cum magno
    ingenio. Ascendit a terra in coelum, iterumque descendit in terram, et
    recipit vim superiorum et inferiorum. Sic habes gloriam totius mundi.
    Ideo fugiet a te omnis obscuritas. Hic est totius fortitudinis fortitudo
    fortis, quia vincet omnem rem subtilem; omnemque solidam penetrabit:
    SIC MUNDUS CREATUS EST. Hinc erunt adaptationes mirabiles, quarum modus
    hic est. Itaque vocatus sum Hermes Trismegistus, habens tres partes
    philosophiae totius mundi. Completum est quod dixi de operatione solis.
lorenzojhwh Unius KING the LEVIATHAN
lorenzojhwh Unius KING the LEVIATHAN8
 burn Satana in Jesus's name! DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF!

Mirzoeff to: im Yitzhak Kaduri Messiah •
If The Rioters Are From Israel Citizens Totally Stop All Benefits And Of Their Families.
Israel Cannot Afford These Kind Of Citizens The Best Way Is To Deport Them To Jordan im Yitzhak Kaduri to Messiah Mirzoeff • Object: why do Palestinians have no, a title to bargain for a peace plan? ]
I do not accept Shariah Nazism, which is theology of substitution and genocide
And the intrinsic logic of the Koran, is in shariah terrorism as the whole ARABA LEAGUE has shown and
as
All ARABAL LEaGue, too, will have to pay the price of all his crimes!
That is why it could never be in the power of the Palestinians, to be credible interlocutors, or to stop their shariah terrorism, which is the same terrorism as ARABA OCI LEAGUE, so why Palestinians can never be an active part in some Peace process!
therefore,
If ARAB League will not condemn shariah, all Palestinians must be deported!
I think Syria is the best place to go: since the Saudis and Erdogan did the genocide of all the non-Sunnite non-Salafites, and to Assad lacks a people!oggetto: perché i Palestinesi non hanno titolo a contrattare un piano di pace? ]
io non accetto il nazismo della shariah, che è teologia della sostituzione e genocidio
e la logica intrinseca del Corano, è nel terrorismo shariah come tutta la LEGA ARABA ha dimostrato e
come
tutta la LEGA ARABA, anche, dovrà pagare il prezzo di tutti i suoi delitti!
ecco perché, non potrebbe mai essere nel potere dei palestinesi, di poter essere interlocutori credibili, o di poter far cessare il loro terrorismo shariah, che è lo stesso terrorismo della LEGA ARABA , ecco perché i palestinesi non possono mai essere un parte attiva in qualche processo di pace!
pertanto,
se la LEGA ARABA non condannerà la shariah, tutti i palestinesi devono necessariamente essere deportati!
io credo che la Siria sia il posto migliore: dove mandarli, dato che i sauditi ed Erdogan hanno fatto il genocidio di tutti i non sunniti salafiti, e ad Assad manca un popolo!
lorenzojhwh Unius KING the LEVIATHAN
lorenzojhwh Unius KING the LEVIATHAN10
 burn Satana in Jesus's name! DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF!

John Whitcombe Naulu
Don't worry its only discus. Enjoy life while you still breathing. Life is short.
Non preoccuparti del suo unico discus. Godetevi la vita mentre ancora respiri. La vita è breve.
[ ANSWER ] Perhaps, your life might be short, I hope not!
But my life is eternal because I am Messiah Mahdi!forse, la tua vita potrebbe essere breve, io spero di no!
ma, la mia vità è eterna perché io sono il Messiah Mahdì!
lorenzojhwh Unius KING the LEVIATHAN
lorenzojhwh Unius KING the LEVIATHAN12
 burn Satana in Jesus's name! DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF!

I UNIUS REI, I have struck to death: the Kingdom of Satan and their Saudi satanics?
They will be crushed!
Skull cancer 666 John McCainio ho colpito a morte: il Regno di SATANA e i loro satanici sauditi?
ne rimarranno stritolati!
tumore al cranio 666 John McCain
lorenzojhwh Unius KING the LEVIATHAN
lorenzojhwh Unius KING the LEVIATHAN13
 burn Satana in Jesus's name! DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF!

straker, tu metti in dubbio la mia esperienza personale, circa Dio!
non ti posso aiutare se io non sono credibile per te!
lorenzojhwh Unius KING the LEVIATHAN
lorenzojhwh Unius KING the LEVIATHAN13
 burn Satana in Jesus's name! DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF!

tumore al cranio 666 John McCain
lorenzojhwh Unius KING the LEVIATHAN
lorenzojhwh Unius KING the LEVIATHAN13
 burn Satana in Jesus's name! DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF!

Erdogan Of Turkey Literally Resurrects The Image Of The Ottoman Beast And Vows That All Who Defy Him Will Be Beheaded By Walid Shoebat When we say that the Ottomans will rise again, including its image “the image of the beast,” Shariah and Islamic Beheading’ we concluded all this decades ago just by reading the Bible. And now, as we monitor the news in Turkey, just in the last few days, we find two news pieces which further confirm our proclamations. Firstly, Hayrettin […]
lorenzojhwh Unius KING the LEVIATHAN
lorenzojhwh Unius KING the LEVIATHAN13
 burn Satana in Jesus's name! DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF!

Catholic School In Germany Ran Like “A Concentration Camp” As Over Five Hundred Boys Were Raped And Physically Tortured By Homosexual Teachers  By Theodore Shoebat A Catholic school in Germany, the Regensburger Domspatzen, has been investigated and the findings are very disturbing: hundreds of boys were sexually and physically abused, and victims have said that the place was ran like “a concentration camp.” This is yet another story that reveals the massive sodomite infiltration in the Catholic […]
lorenzojhwh Unius KING the LEVIATHAN
lorenzojhwh Unius KING the LEVIATHAN13
 burn Satana in Jesus's name! DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF!

New Study on Shroud of Turin Leaves No Doubt And Concludes The Image To Be Genuine By Walid Shoebat Analysis of blood stains on Turin Shroud reveals ‘severe polytrauma’ and a ‘violent death’ the new study, in the science journal Plos One revealed. Last week’s conclusions by researchers, professors and scientists now leaves less doubt on the authenticity of the Shroud of Turin since the blood stains are now considered real. […]
lorenzojhwh Unius KING the LEVIATHAN
lorenzojhwh Unius KING the LEVIATHAN13
 burn Satana in Jesus's name! DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF!

Massive Migration To The American South Will Forever Change The Face Of Dixieland Mass migration is one of the greatest crises facing the world today as people from all parts over the world are flooding Western nations and changing them forever from within. We and many others have covered the Muslim and African migrations to Europe, the African and Central American Migrations to the liberal states of the […]
lorenzojhwh Unius KING the LEVIATHAN
lorenzojhwh Unius KING the LEVIATHAN13
 burn Satana in Jesus's name! DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF!

Christian Teen Arrested And Nobody Knows Where He Is After Muslim Terrorist Supporter Falsely Accuses Him Of ‘Blasphemy’
  A 17-Year-Old Christian teenager Shahzad Masih of Pakistan had gotten into an argument with a Muslim pharmacy employee. The details of the conversation are not being released, but according to reports the Muslim after went an accused the teen of ‘blasphemy against Islam.’ The police arrested the teen and now nobody knows where he is […]
lorenzojhwh Unius KING the LEVIATHAN
lorenzojhwh Unius KING the LEVIATHAN13
 burn Satana in Jesus's name! DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF!

Hindu Terrorists On Motorcycles Gun Down Christian Pastor Outside His Church For Preaching The Gospel
lorenzojhwh Unius KING the LEVIATHAN
lorenzojhwh Unius KING the LEVIATHAN13
 burn Satana in Jesus's name! DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF!

Pastor Sultan Masih was known for sharing the Gospel with Hindus. He had been receiving threats, but continued his ministry. Recently he was talking on his phone outside of his church when Hindu terrorists on motorcycles gunned him down according to a recent report: A pastor in northern India’s Punjab state was shot dead in […]
lorenzojhwh Unius KING the LEVIATHAN
lorenzojhwh Unius KING the LEVIATHAN13
 burn Satana in Jesus's name! DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF!

Joel Bama Teague
The holy Bible tells me to stand with Israel so I obey Gods words
La Sacra Bibbia mi dice di stare con Israele in modo da rispettare le parole di Dio
    im Yitzhak Kaduri Messiah Joel Bama Teague •
    The Bible has proved to be true, not only archeologically, but also true for the political perspectives of the future of all humanity!
    In fact, I also, come to the same conclusions, of biblical prophecies about the Kingdom of Israel,
    i Not using the Bible as my method, in deed, my method is of rational agnostics, and universal politician of universal brotherhood (for the natural law) that I share all over the world like: the method of metaphysics!
    This is also a cultural project for universal brotherhood    la Bibbia si è dimostrata vera, non soltanto archeologicamente, ma anche è vera per le prospettive politiche del futuro della intera umanità!
    Infatti, io giungo alle stesse conclusioni delle profezie bibliche circa il Regno di ISRAELE,
    non usando la Bibbia, come procedimento, del mio metodo di agnostico razionale, e di politico universale della fratellanza universale (per la legge naturale) che io condivido in tutto il mondo come: il metodo della metafisica!
    questo è anche un progetto culturale per la fratellanza universale
lorenzojhwh Unius KING the LEVIATHAN
lorenzojhwh Unius KING the LEVIATHAN13
 burn Satana in Jesus's name! DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF!

im Yitzhak Kaduri Messiah In risposta straker(09:57 20.07.2017 | straker, tu non puoi contrapporre le tue teorie di alieni rettiloidi, al personaggio storico di Gesù di Betlemme, o alla storicità del popolo di Israele! ecco perché, tu sei carente sul piano razionale e storico critico con le tue teorie indimostrabili! perché tu non hai un dato razionale oggettivo... per non poter dubitare razionalmente della costruzione del tuo impianto!
inoltre sul piano dei contenuti valoriali, tu ti limiti a calunniare la Bibbia, dato che il nostro Dio coincide con il bene assoluto, e che questo bene assoluto la storia dei nostri santi ha dimostrato!

im Yitzhak Kaduri Messiah In risposta CCCP( 23:27 20.07.2017 | CCCP, giovanni, | perché non provate a vergognarvi? tanto anticristi farisei e comunisti sempre ANTICRISTI sono! allora anche l'Islam va bene per voi tanto è il vostro odio per Gesù Cristo che non vi ha fatto niente di male
SEI PREVENUTO, ha detto la verità, anche la Russia lo dice che questa dei migranti è una invasione islamica!
 ma non ti rendi conto di come sei ridicolo? qui Benjamin Netanyahu sulla islamizzazione della UE ha detto le stesse parole di Putin!





19/07/2017 - PAKISTAN
Punjab, 16enne cristiano accusato di blasfemia. La polizia nega le visite ai genitori

Shahzad Masih lavora come spazzino allo Shahmim Riaz Hospital, nel distretto di Gujrat. Il suo accusatore è Ishtiaq Qadri, membro del partito estremista islamico Tehreek-e-Tuhafaz. La famiglia costretta a fuggire per le minacce di morte. Il ragazzo rischia la pena capitale.

19/07/2017 - BANGLADESH
Finanziamento al terrorismo, lo Stato sospetta 17 Ong filo-islamiche
di Sumon Corraya

La maggior parte di queste Ong fa riferimento al partito Jamaat-e-Islam. Hanno sede in Kuwait, Qatar, Arabia Saudita, Bahrain. Le principali sono: Bangladesh Krishi Kalyan Samity, Muslim Aid Bangladesh Rabeta Al-Alam al-Islami, Qatar Charitable Society, Islamic Relief, Al-Furkan Foundation, Relief Committee Kuwait, Islamic Relief Organization (IRO), Hayatul Ighachha, Revival of Islamic Heritage Society Tawhidi Noor e al-Muntada al-Islami.



18/07/2017 - TURCHIA
Turchia: nuovi arresti di attivisti pro diritti umani, anche la direttrice di Amnesty
Un tribunale turco ha confermato il carcere per sei militanti, fra cui Idil Eser. AI parla di  “simulacro di giustizia” in atto nel Paese. In cella anche due formatori, uno svedese e un tedesco. Essi avrebbero commesso “un crimine” in nome di una “organizzazione terrorista” (il movimento di Gulen) “senza farne parte”.



18/07/2017 - INDIA
Pastore pentecostale ucciso in Punjab. Mons. Mulakkal: un attacco contro i cristiani
di Nirmala Carvalho

Sultan Masih era il pastore della “Temple of God Church”. È stato raggiunto da colpi di pistola mentre era al cellulare. Vescovo di Jalandhar: “L’intera comunità cristiana è ferita nel profondo”. La famiglia della vittima blocca l’autostrada. Sajan K George: “Nel Paese prevale la cultura del linciaggio”.



INDIA, Crosses broken and cemetery desecrated in Goa due to religious hatred, Mgr Neri Ferrao says
The broken crosses were left on the side of the road. Some 28 niches, five wooden crosses, nine granite crosses, 16 graves and the big entrance cross at the Guardian Angel cemetery were damaged. At a Hindu extremist meeting, a leader said “those who eat cow should be hanged in public,” noted Sajan K George.
Panaji (AsiaNews) – Several acts of vandalism and religious intolerance against Christians have occurred recently in Goa, including the desecration of a cemetery and the destruction of at least 11 crosses, the pieces strewn on the side of the road.
The attacks, which began in June, do not seem to be abating. In the latest incident, two crosses were found broken up on Thursday in Loutolim, a village some 40 km south of the Panaji, Goa’s capital.
Mgr Filipe Neri Ferrao, archbishop of Goa and Daman, described the acts "as designed by vested interests to provoke communal discord and promote religious hatred."
The archbishop appealed to people of “all faith to refrain from taking any retaliatory action or fanning the flame of religious hatred."
Stressing that Goa has a long tradition of "interreligious harmony and peace," the prelate urged his fellow citizens "to keep these sacred values ​​at all costs." He also called on the authorities to act.
The first crosses were vandalised at the end of June in the villages of St Jose de Areal and Gudi Paroda. Then, overnight on 9-10 July, the Guardian Angel cemetery in Curchorem was desecrated, south of the capital. The vandals damaged 28 niches, five wooden crosses and nine granite crosses, 16 graves, and the great cross atop the entrance arch.
Inspector general of police Rupinder Kumar said that the criminals also destroyed surveillance cameras at the entrance, so they did not leave any trace of their vandalism.
All political parties condemned the incidents. The Congress party called for an investigation by the Central Bureau of Investigation (CBI), India’s federal police.
Conversely, Vijai Sardesai, leader of the Goa Forward Party, which is allied with the Hindu nationalist Bharatiya Janata Party (BJP), said that the local police were capable of investigating the cases.
Michael Lobo, speaker of the state legislative assembly and member of the BJP, blamed the incidents on "outsiders" and said "There is a strong attempt to divide us."
Both he and Chief Minister Manohar Parrikar believe that the incidents were an attempt to cause tensions in Goa.
For Sajan K George, president of the Global Council of Indian Christians (GCIC), the motivations and origin of the attacks are clear.
"In June, the All India Hindu Convention met in Goa,” he explained. “The result was desecration and insecurity for the minority.”
“During the meeting, Sadhvi Saraswati, president of Sanatan Dharma Prachar Seva Summit, said those who eat cow should be hanged in public,” Mr George noted. “I asked Hindus to take up arms to defend our cow, our mother," said George quoting Sadhvi.
At a press conference in Panaji, the media was told that “a motion was passed to establish a Hindu rashtra (nation). By whom and by what majority has not been revealed," the GCIC president added.
"This is tragic,” he lamented. “India is a secular and democratic republic with constitutional guarantees of religious freedom. These events are allowed to sow hate, suspicion, and communal discord."
(Nirmala Carvalho contributed to the article)








INDIA, Goa: croci distrutte, cimitero dissacrato. Mons. Neri Ferrao: colpa dell’odio religioso, Le croci sono state lasciate infrante ai margini della strada. Nel cimitero di Guardian Angel Church danneggiate 28 nicchie, cinque croci di legno e nove in granito, 16 tombe e la grande croce all’ingresso. Sajan K George: “Durante un raduno di indù, un fondamentalista ha detto che tutti quelli che mangiano la vacca devono essere impiccati”.

Panaji (AsiaNews) – Almeno 11 croci distrutte e lasciate infrante al bordo della strada e un cimitero dissacrato: è il bilancio degli ultimi episodi di intolleranza religiosa nei confronti della minoranza cristiana nello Stato indiano di Goa. Gli atti vandalici sono cominciati nel mese di giugno e continuano a ripetersi. Le ultime due croci dissacrate sono state rinvenute il 13 luglio nel villaggio di Loutolim, circa 40 km a sud della capitale Panji. Sui gravi episodi è intervenuto mons. Filipe Neri Ferrao, arcivescovo di Goa e Daman, che ha parlato di incidenti “programmati da persone interessate a provocare la discordia tra le comunità e promuovere l’odio religioso”.

L’arcivescovo ha lanciato un appello a “persone di ogni fede, affinchè si astengano dal compiere azioni di rappresaglia o attizzino la fiamma dell’odio religioso”. Sottolineando che lo Stato di Goa ha una lunga tradizione di “armonia interreligiosa e pace”, egli ha inviato a “mantenere questi valori sacri a tutti i costi”.  Poi ha richiesto l’intervento urgente delle autorità di governo.

Le prime croci sono state vandalizzate a fine giugno nei villaggi di St. Jose de Areal e Gudi Paroda. Poi nella notte tra il 9 e il 10 luglio è avvenuta la dissacrazione del cimitero di Guardian Angel Church a Curchorem Town, sempre a sud della capitale. I vandali hanno danneggiato 28 nicchie, cinque croci di legno e nove in granito, 16 tombe e la grande croce che si trova sull’arco all’ingresso del luogo destinato alla sepoltura. Rupinder Kumar, ispettore generale di polizia, ha riferito che i criminali hanno anche distrutto le telecamere di sorveglianza poste all’entrata, in modo da non lasciare traccia del loro atto vandalico.

Tutti i partiti politici hanno condannato gli incidenti e il Congress ha chiesto che venga condotta un’inchiesta dalla polizia federale del Central Bureau of Investigation (Cbi). Al contrario Vijai Sardesai, leader del Goa Forward Party, alleato di governo con il Bjp (Bharatiya Janata Party, partito nazionalista indù), ha detto che “la polizia locale è in grado di investigare sui casi”. Michael Lobo, speaker dell’Assemblea statale e membro del Bjp, ha attribuito la responsabilità degli incidenti a “persone provenienti dall’esterno”. Sia lui che il chief minister Manohar Parrikar hanno sostenuto che gli episodi sono “il tentativo di creare tensioni a Goa e di dividerci”.

Invece secondo Sajan K George, presidente del Global Council of Indian Christians (Gcic), le motivazioni e l’origine degli attacchi sono chiari. “A giugno – spiega ad AsiaNews – a Goa si è riunita la All India Hindu Convention. Il risultato è stata la dissacrazione e l’insicurezza per la minoranza. Durante l’incontro, Sadhvi Saraswati, presidente di Sanatan Dharma Prachar Seva Samiti, ha detto che coloro che mangiano la vacca devono essere impiccati in pubblico”. Il leader cristiano riporta che il 29enne Sadhvi ha affermato: “Ho chiesto agli indù di abbracciare le armi in difesa della vacca, nostra madre”. In una conferenza stampa a Panaji, sarebbe poi passata “una mozione per chiedere l’instaurazione di una Hindu rashtra [nazione indù, ndr]. Non è dato sapere da chi e da quale maggioranza [sia stata approvata]”. “È una cosa tragica – conclude – . L’India è una repubblica laica e democratica, con garanzie costituzionali di libertà religiosa. Questi eventi sono fatti per seminare l’odio, il sospetto e la discordia settaria”.

18/07/2017 12:55:00 INDIA
Pastor pentecostal asesinado en Punjab. Mons. Mulakkal: un ataque contra los cristianos
Sultan Masih era el pastor del “Temple og God Church”. Fue alcanzado por los disparos de pistola mientras estaba hablando por su celular. Obispo de Jalandhar: “La entera comunidad cristiana está herida en lo profundo”. La familia de la víctima bloquea la autopista. Sajan k George: “En el país prevalece la cultura del linchamiento”.

INDIA

Goa: cruces destruidas, cementerio profanado. Mons. Neri Ferrao: culpa del odio religioso



Las cruces rotas fueron dejadas en un costado de la calle. En el cementerio de Guardian Angel Church fueron dañados 28 nichos, cinco cruces de madera y nueve de granito, 16 tumbas y la gran cruz que está en el ingreso. Sajan K George: “Durante un encuentro hindú, un fundamentalista dijo que todos aquellos que comen vaca deben ser ahorcados”.
Panaji (AsiaNews)- Al menos 11 cruces destruidas y después de haberlas roto las dejaron tiradas al borde de la calle y un cementerio fue profanado: es el balance de los últimos episodios de intolerancia religiosa contra la minoría cristiana en el Estado indio de Goa. Los hechos vandálicos comenzaron en el mes de junio y continúan repitiéndose. Las últimas dos cruces profanadas fueron encontradas el 13 de julio en el pueblo de Loutolim, a unos 40 km al sur de la capital Panji. Sobre estos graves episodios, Mons. Felipe Neri Ferrao, arzobispo de Goa y Daman, que habló de los incidentes “programados por personas interesadas en provocar la discordia entre las comunidades y promover el odio religioso”.
El arzobispo lanzó un pedido a las “personas de toda fe, para se abstengan de realizar acciones de represalia o aumentar la llama del odio religioso”. Subrayando que el estado de Goa tiene una gran tradición de “armonía interreligiosa y paz”, él invitó a “mantener estos valores sagrados a toda costas”. Luego pidió la intervención urgente de las autoridades del gobierno.    
Las primeras cruces fueron profanadas a fines de junio en los pueblos de S. José de Areal y Gudi Paroda. Luego en la noche entre el 9 y 10 de julio profanaron el cementerio de Guardian Angel Church en Curchorem Town, siempre al sur de la capital. Los vándalos han dañado 28 nichos, cinco cruces de madera y nueve de granito, 16 tumbas y la gran cruz que se encuentra en el ingreso del lugar destinado a la sepultura. Rupinder kumar, inspector general de policía, refirió que los criminales también han destruido las tele cámaras de vigilancia colocadas en la entrada, de modo que no quedaran huellas de sus actos vandálicos.
Todos los partidos políticos han condenado los incidentes y el Congress pidió que se realice una investigación por parte de la policía federal del Central Bureau of Investigation (CBI). Al contrario  Vijai Sardesai, líder del Goa Forward Party, aliado de gobierno con el Bjp (Bharatiya Janata Party, partido nacionalista hindù), dijo que “la policía local está en grado de investigar sobre los casos”. Michael Lobo, vocero de la Asamblea estatal y miembro del BJP, atribuyó la responsabilidad de los incidentes a “personas venidas de afuera”. Ya sea él como el jefe de ministros Manohar Parrikar han dicho que los episodios son “el intento de crear tensiones en Goa y dividirnos”.
En cambio según Sajan K George, presidente del Global Council of Indian Christians (GCICI), las motivaciones y el origen de los ataques son claros. “En junio-explica a AsiaNews- en Goa se reunió en la All India Hindu Convention. El resultado fue la profanación y la inseguridad para la minoría. Durante el encuentro, Sadhvi Saraswati, presidente del Sanatan Dharma Prachar Seva Samiti, dijo que aquellos que comen vaca deben ser ahorcados en público”. El líder cristiano reporta que Sadhvi, de 29 años afirmó que: “he pedido a los hindúes que abracen las armas en defensa de la vaca, nuestra madre”. En una conferencia de prensa en Panaji, habría pasado “una moción para pedir la instauración de una Hindu rashtra (nación hindú). No se hizo saber de quién y de qué mayoría (haya sido aprobada)”. “Es una cosa trágica-concluye-. India es una república laica y democrática, con garantías constitucionales de libertad religiosa. Estos eventos fueron hechos para sembrar odio, la sospecha y la discordia sectaria”.

24/01/2017 13:22:00 INDIA
El ecumenismo de la sangre: el pastor torturado y las vocaciones en Orissa
Un pastor detenido en Telangana, mientras distribuía ejemplares de la Biblia, se encuentra hospitalizado en estado grave. Sajan K. George recuerda el asesinato del pastor australiano Staines , un preludio de los pogromos contra los cristianos ocurridos en 2008. "Oramos por el pastor. Que la sangre de los mártires sea la semilla de los futuros cristianos y de la unidad ecuménica".


21/07/2015 INDIA
Kerala, hindúes fundamentalistas convierten "por la fuerza" a 39 dalit cristianos
Los parias, hechos los más débiles de la sociedad, se sienten atraídos por las ventajas que esperan al convertirse en hindú, sikh o budista. El Vhp (partido fundamentalista) organiza esta conversión durante casi un año. Sajan George, "Va en contra de la Constitución garantizar beneficios para todos, excepto los cristianos".

10/02/2017 11:52:00 INDIA
Líder ultranacionalista: En la India, todos son hindúes, incluyendo a los musulmanes
Mohan Bhagwat es el líder del Rashtriya Swayamsevak Sangh. Habló en una conferencia de hindúes en Madhya Pradesh. "Los musulmanes son también hindúes por nacionalidad, pero de fe islámica." "Algunas fuerzas del mal explotan a los pobres, a los enfermos, a los ignorantes, y se asegurará que actúan en contra del país."


02/03/2017 10:44:00 INDIA
En Madhya Pradesh, radicales hindúes interrumpen un matrimonio mixto en una iglesia
Los radicales pertenecen al grupo de extrema derecha Hindu Vahini. Acusan a los cristianos de querer convertir al futuro esposo, de religión hindú. La pareja fue obligada a postergar la boda y la celebrará con un ritual védico. En el Estado está vigente una ley contra las conversiones forzadas que discrimina a las minorías.


Moscow synagogue attacker pleads innocent
If found guilty could face a maximum sentence of life. On Jan. 11, the young man, wielding a knife and shouting "Heil Hitler" attacked worshippers, slashing and stabbing at least 9 people.

30/08/2016 17:47:00 PAKISTAN
Lahore: Christian family forced to flee because of religious hatred
AsiaNews heard the history of Victoria’s family, forced to abandon their hometowns because they are Christian. They moved to Lahore, but here too, Christians endure attitudes of intolerance and hatred against minorities, a far cry from what is said in political proclamations.


25/08/2016 17:50:00 INDONESIA
Muslims and Christians: education and mutual knowledge to end hatred
Suhadi Cholil, a professor with the State Islamic University in Yogyakarta, called on state schools to teach students about religions other their own. For years, others have been working on friendship between Christians and Muslims through curricula and shared life experiences.


05/12/2005 PAKISTAN
Muslim extremists want to eliminate Christians from Sangla Hill
In Friday prayers calls are made for the hanging of Yousaf Masih, a Christian accused of blasphemy.  The archbishop of Lahore writes to the governor Punjab describing an increasing tense situation as Christmas approaches.


26/05/2015 PAKISTAN
Punjab school textbooks that incite hatred against minorities should be reviewed, says NCJP
The National Commission for Justice and Peace (MCJP) of the Catholic Church of Pakistan has surveyed many textbooks used in Punjab provincial schools. In order to stop religious extremism and promote peace, schools must be the starting point.

18/07/2017 08:52:00 INDIA
Pastore pentecostale ucciso in Punjab. Mons. Mulakkal: un attacco contro i cristiani
Sultan Masih era il pastore della “Temple of God Church”. È stato raggiunto da colpi di pistola mentre era al cellulare. Vescovo di Jalandhar: “L’intera comunità cristiana è ferita nel profondo”. La famiglia della vittima blocca l’autostrada. Sajan K George: “Nel Paese prevale la cultura del linciaggio”.


13/04/2017 12:09:00 INDIA
Croce dissacrata a Mumbai: ghirlanda di pantofole attorcigliata al corpo di Cristo
La dissacrazione è stata scoperta da una fedele recatasi in chiesa per pregare. Il caso è stato registrato contro ignoti. Leader cristiano condanna l’ennesimo atto di intimidazione contro la minoranza cristiana. “Chiara indicazione del risveglio della discordia settaria”.


24/01/2017 12:48:00 INDIA
L’ecumenismo del sangue: il pastore torturato e le vocazioni in Orissa
Un pastore arrestato in Telangana mentre distribuiva copie della Bibbia, è ricoverato in gravi condizioni. Sajan K George ricorda l’omicidio del pastore australiano Staines, preludio dei progrom contro i cristiani nel 2008. “Preghiamo per il pastore. Possa il sangue dei martiri essere il seme dei futuri cristiani e dell’unità ecumenica”.


14/06/2017 10:15:00 INDIA
Madhya Pradesh, una suora arrestata (e rilasciata) per ‘conversioni forzate’
Suor Bina Joseph e quattro ragazze rimaste in custodia della polizia ferroviaria per 12 ore. Rilasciate dopo l’interrogatorio. La denuncia da parte dei giovani fondamentalisti indù del Bajrang Dal e Matrushakti. Vescovo di Bhopal: “L’atteggiamento degli agenti è da condannare”.


16/12/2009 INDIA
Nuovo attacco contro una chiesa del Karnataka. È il quarto in quattro giorni
Presa a sassate la grotta di Sant’Antonio nel villaggio di Kolaigiri. È la 66ma aggressione contro una comunità cristiana del Karnataka. Per il Global Council of Indian Christians negli Stati governati dal Bjp le autorità ignorano “il diffondersi della cultura di violenza e terrore contro le comunità della minoranza cristiana”.

my jhwh Select 666 sharia Country criminal satanic country

☦️burn satan ☦️shariah Allah ☦️owl lilit Marduch burn JaBullOn Baal SpA: burn in Jesus's name, alleluia!

my jhwh Select 666 Country: holy my jhwh

Nella forza dei popoli per il riscatto della sovranità ferita

Nella forza dei popoli per il riscatto della sovranità ferita
il signoraggio deruba la sovranità costituzionale!

500 cristiani al giorno muoiono ancora oggi

500 cristiani al giorno muoiono ancora oggi
il massacro silenzioso dei cristiani (Antonio Socci)

300.000.000 di cristiani sono considerati criminali a causa della loro fede.

300.000.000 di cristiani sono considerati criminali a causa della loro fede.
500 di loro ogni giorno perdono la vita

DIO SANTO, FORTE E IMMORTALE.

DIO SANTO, FORTE E IMMORTALE.
ABBI PIETÀ di NOI e del MONDO INTERO!

la più grande truffa del genere umano! A dei privati S.p.A.

la più grande truffa del genere umano! A dei privati S.p.A.
in cambio di carta, diamo le nostre vite!

my jhwh Select 666 Country: holy my jhwh

my jhwh Select 666 Country: holy my jhwh


my jhwh Select 666 Country: holy my jhwh

talmud perverso

my jhwh Select 666 Country: holy my jhwh

my jhwh Select 666 Country:

my jhwh my jhwh my jhwh Select 666 Country:

shut the fu*k up you faggot

my jhwh Select 666 Country


my jhwh Select 666 Country